Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

Ancora incertezze sul giallo di Caronia, il parabrezza lesionato dell’auto non aiuta gli inquirenti

MESSINA. Rimane ancora un mistero se il piccolo Gioele Mondello sia o no rimasto ferito durante l’incidente stradale del 3 agosto, giorno in cui scomparve insieme a sua madre Viviana Parisi nelle campagne di Caronia. Quel che pare ora certo è che, ove mai ciò fosse accaduto, non potrà provarlo la lesione del parabrezza dell’Opel Corsa guidata dalla donna: il parabrezza al vaglio della Polizia scientifica nelle ultime ore, secondo quanto dichiarato dal padre di Gioele, Daniele Mondello, si era infatti lesionato prima del 3 agosto. Cresce dunque ancora l’incertezza su quanto accaduto al bambino e a sua madre, mentre la Procura di Patti prosegue con indagini a tappeto: i Vigili del Fuoco sono tornati infatti nel luogo in cui erano stati ritrovati i resti di Gioele il 19 agosto scorso per continuare a cercare ulteriori elementi che possano chiarire la dinamica dei fatti. I tentativi, però, sono risultati finora vani.