Amministrative in Sicilia, PD: “Sì al rinvio in autunno, difendiamo la democrazia”

SICILIA. Approvata dall’ARS la legge che fa slittare al prossimo autunno le elezioni amministrative fissate per giugno e arriva il commento del PD. “La legge è stata dettata dal buon senso – dicono i parlamentari del Partito democratico – e a nostro avviso rappresenta l’unica strada possibile alla luce dell’emergenza coronavirus. Ci siamo espressi fin dal primo momento inoltre a favore della continuazione del mandato dei sindaci e dei consiglieri fino al rinnovo: l’idea di sostituirli con commissari avrebbe rischiato di paralizzare a tempo indeterminato la gestione amministrativa degli enti locali”. Il turno elettorale amministrativo ordinario 2020 per i è rinviato quindi al periodo compreso fra il 15 settembre e il 15 novembre 2020 nei giorni di domenica e lunedì fino alle 14, mentre è proroga con pieno mandato per i sindaci e i consiglieri comunali fino al completamento delle operazioni elettorali.

I sindaci rappresentano un presidio di democrazia sul territorio, soprattutto in questo momento di emergenza che sta vedendo proprio le amministrazioni comunali in prima linea – ha dichiarato il capogruppo del PD Giuseppe Lupo – anche per questo motivo abbiamo proposto in Finanziaria norme a sostengo degli enti locali. Avere previsto il termine ultimo delle elezioni il 15 novembre permetterà di far votare per i Liberi Consorzi e Città Metropolitane con la platea di tutti i sindaci in carica: finalmente anche questi organismi potranno iniziare a lavorare”. Le elezioni degli delle Città Metropolitane e dei Liberi Consorzi Comunali si svolgeranno entro 60 giorni dalla proclamazione degli eletti: saranno candidabili tutti i sindaci in carica. I commissari delle Città Metropolitane e dei Liberi Consorzi Comunali sono prorogati non oltre il 31 gennaio 2021.

elezioni 1 e1433228674789