Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

Amministrative 2013, Accorinti e Calabrò a confronto con gli studenti dell’Aula Aut del Maurolico

Aula Aut organizza un incontro tra Accorinti e Calabrò: i ragazzi mettono a confronto i candidati. Cinquecento gli inviti confermati su facebook, e attorno all’evento un fermento positivo.

“E’ dovere dei giovani essere continuamente informati sulla politica nazionale e, prima di tutto, su quella cittadina, la quale spesso li coinvolge all’interno magari del primo voto, raggiunta la maggiore età -spiegano gli organizzatori dell’evento. Quando però sono questi stessi ragazzi ad organizzare confronti validi per fare chiarezza prima della chiamata alle urne, allora siamo davanti al primo sintomo di un cambiamento radicale.

Questa variazione di pensiero, pochi giorni prima del ballottaggio tra Felice Calabrò e Renato Accorinti è portata da Aula Aut, il progetto antimafia creato e portato avanti dai ragazzi del Liceo Classico Maurolico e non solo. Oggi alle 17.30 si svolgerà a piazza Cairoli (sotto l’ulivo posto all’interno dello spazio) un interessante confronto tra i due nomi presenti all’interno della corsa per la poltrona di Palazzo Zanca.

I ragazzi avranno quindi modo di interrogare i candidati riguardo le politiche giovanili e scolastiche, le quali spesso, purtroppo, invece che essere portate in auge sono o dimenticate o lasciate in balia delle ingiustizie o della non curanza. Aula Aut, ci teniamo ricordarlo, è un’iniziativa apartitica creata in collaborazione con l’Associazione Nazionale Peppino Impastato, di conseguenza precisiamo che non parteggiamo per uno dei candidati. Oggi pomeriggio le elezioni saranno quasi dimenticate e si penserà più allo sostanza delle soluzioni possibili per la disattenzione che “il mondo dei ragazzi” ormai, in modo decisamente malato, ha purtroppo fatto sua.

Aula Aut inneggia quindi, come successo negli altri incontri organizzati, alla legalità e alla giustizia, sottolineando come sia naturalmente essenziale partire dal concetto di giusto e sbagliato per arrivare ad una meta che sappia di libertà intellettuale e culturale, ma soprattutto sia coacervo di idee e pensieri di forte cambiamento di rotta.

E’ stato creato per l’occasione un evento su Facebook ( ecco il link:https://www.facebook.com/events/681573521860046/?notif_t=plan_admin_added ) e della descrizione di questo due domande colpiscono in modo particolare il lettore: “Cosa vogliono fare i due candidati, se dovessero essere eletti per le nuove generazioni di questa città, per gli studenti, per l’attivismo?” “In un momento in cui la politica sta decadendo, in cui i valori stanno svanendo, cosa ci diranno Renato Accorinti e Felice Calabrò?” , ovviamente si tratta di quesiti abbastanza impegnativi, i quali richiedono di certo interlocutori preparati come organizzatori e moderatori altrettanto agguerriti, ma ovviamente non vi sarà il problema di avere certi elementi presenti all’evento”.