Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

Ambulanza carica di droga fermata all’imbarco dei traghetti di Messina: scattano due arresti

Ambulanza con trenta chili di droga invece di un malato, sequestrata stamattina agli imbarcaderi di Messina. Lo hanno scoperto gli uomini della guardia di finanza durante un controllo agli imbarcaderi. A fiutare la sostanza stupefacente è stato il pastore tedesco addestrato per questo tipo di attività. Nel mezzo c’erano infatti oltre 50 confezioni di marijuana che, immesse sul mercato, avrebbero fruttato un guadagno di oltre 300mila euro.

Il guidatore, M.F. 40 anni , messinese, residente nel quartiere di Santa Lucia, il cui nucleo familiare percepisce il “reddito di cittadinanza”, è stato quindi tratto in arresto in flagranza di reato per traffico di sostanze stupefacenti e successivamente sottoposto a custodia cautelare in carcere, in attesa di giudizio, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria di Messina.

Stessa sorte per il passeggero, F.G. 46 anni , anch’egli messinese, residente nel rione Aldisio, soggetto noto alle autorità, percettore, peraltro, di reddito di cittadinanza, tratto in arresto e trasferito nel carcere di Gazzi.

Sequestrati anche contanti, telefoni cellulari e una pistola a salve priva del tappo rosso.

 

 

Carmelo Amato

Barcellonese doc, il giornalismo è la sua ragione di vita. Indistruttibile, infaticabile, instancabile, riesce a essere sul posto “prima ancora che il fatto succeda”. Dalla cronaca nera allo sport nulla gli sfugge. È l’incubo degli amministratori di Palazzo Longano, che se lo sognano anche di notte e temono i suoi video e i suoi articoli nei quali denuncia disservizi e inefficienze e dà voce alle esigenze dei suoi concittadini. Sconfina spesso a Milazzo e dintorni.