Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

Amata a Fava: “I boss rientrano in Sicilia e voi pensate al post di Messina su Conte”


PALERMO. “Mi lascia esterrefatta che nel momento in cui la Sicilia sta assistendo impotente al rientro di boss mafiosi a causa delle misure adottate per fronteggiare l’emergenza COVID il presidente della Commissione Antimafia dell’Assemblea Regionale Siciliana non abbia di meglio a cui pensare che bacchettare l’assessore regionale al Turismo per aver espresso il suo sacrosanto dissenso verso il presidente del Consiglio in modo oltretutto semplice, sarcastico e niente affatto offensivo. Si chiama democrazia. Si chiama libertà di espressione”. Così Elvira Amata, presidente del Gruppo parlamentare di Fratelli d’Italia all’ARS, in risposta agli attacchi del presidente della Commissione antimafia all’ARS Claudio Fava contro l’assessore regionale al Turismo Manlio Messina. “Guarda caso, inoltre – continua Amata – l’esternazione dell’assessore Messina incarna il pensiero dei moltissimi che dagli annunci e dai decreti del presidente del Consiglio non solo non riescono a capire nulla, giacché dice tutto e il contrario di tutto salvo poi smentire se stesso nei DPCM, ma colgono chiaramente l’atteggiamento di totale disinteresse del governo nazionale nei confronti delle reali necessità del Sud sin dall’inizio di questa situazione”. Amata invita Fava a “spendere le sue energie per altro e non certo per un rimprovero e una lectio su come va tenuto un profilo istituzionale” e conclude: “Ma se proprio ci tiene a dare lezioni a riguardo, lo faccia proprio al presidente del Consiglio dei ministri che appena qualche giorno fa, ci tengo a ricordare, usava la conferenza stampa a reti unificate per fare un comizio e attaccare le opposizioni senza contraddittorio. In ultimo, mi si consenta un plauso all’assessore Manlio Messina poiché sin dal suo insediamento, lo strategico comparto che amministra ha potuto toccare con mano la sua serietà e la competenza. E anche in questo momento drammatico gli operatori del settore sanno di non essere lasciati in balia del nulla”.

Elvira Amata (foto da FB)