Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

Alla scoperta di GEG Italia con Bernadette Ferlazzo, prima Google for Education Certified Trainer di Messina

MESSINA. Altissima, travolgente e vulcanica, Bernadette Ferlazzo, insegnante di lettere della media Manzoni è la prima docente in città a diventare Google for Education Certified Trainer. Molto orgogliosa del traguardo raggiunto, ottenere questa qualifica significa possedere ufficialmente gli strumenti e le competenze per poter aiutare professori e studenti a sfruttare in classe le infinite potenzialità degli strumenti di Google Workspace, chiarisce che un aspetto fondamentale è il fare squadra con gli altri trainer nel mondo e potersi arricchire nel confronto, in un’ottica di lifelong learning (apprendimento fondamentale, ndr) essenziale per chi ha scelto il mestiere di insegnante.

Come si diventa trainer? Il percorso per diventare Google for Education Certified Trainer ha tre tappe: prima due esami teorico-pratici per educatori (livello 1 per accertare le competenze di base e livello 2 che implica competenze avanzate), poi un terzo esame teorico e quindi l’invio di una candidatura corredata da un video  in cui si presentano le esperienze di formazione effettuate, le proprie motivazioni e i propri obiettivi”. 

Affrontare una sfida del genere con un lavoro impegnativo come quello dell’insegnante non è semplice. Cosa l’ha motivata e quali sono i suoi obiettivi?Diciamo che l’esperienza con  i progetti Erasmus+ portati avanti con il mio istituto, diretto dalla preside Concetta Quattrocchi, e soprattutto i due mesi di job-shadowing (lavoro-ombra, ndr) trascorsi in Olanda nel 2015, mi  hanno dato modo di capire come la didattica diventasse più coinvolgente e ricca utilizzando le risorse digitali. Opzione, questa, divenuta necessità imprescindibile con la pandemia: da marzo dello scorso anno, infatti, in molte scuole si è fatto ricorso per la prima volta a piattaforme come Google Suite (adesso Workspace) per affrontare la didattica a distanza. Convinta come sono che il percorso in questa direzione sia  ancora lungo e desiderosa di dare il mio contributo in tal senso, ho iniziato il percorso come Google Certified Educator nel mese di luglio scorso. Ad agosto è nato il gruppo GEG  (Google Educator Groups) italiano ed è stato il vero inizio di un magnifico viaggio!”.

Che cosa è esattamente GEG Italia?GEG italia è una comunità di docenti italiani accomunati dall’utilizzo della tecnologia nella didattica. Con queste premesse mi sono avvicinata subito al gruppo, che poi si è rivelato essere molto di più!  A settembre, infatti, mi sono fatta coinvolgere dalla vulcanica e poliedrica leader Filomena Pizzulli (che è addirittura una Google for Education Certified Innovator, vero orgoglio per l’Italia) nella traduzione dall’inglese all’italiano dei testi e nella realizzazione dei video tutorial della Google junior training series, una serie di video tutorial creata per i ragazzi poi pubblicati sul canale YouTube

di GEG italia. Diciamo che l’appetito vien mangiando e… ci ho preso gusto. E quindi, anche spronata e supportata da un altro super docente di informatica dello staff esperto soprattutto di montaggio video e post produzione cui devo molto, Angelo Gigliotti, ho affrontato l’esame di secondo livello e, dopo qualche settimana, la prova teorica per trainer; ad aprile la candidatura e pochi giorni fa il tanto agognato esito. La vera sfida inizia adesso, sono fiera del risultato raggiunto e orgogliosa di essere la prima in città, ma pronta a lavorare tanto nelle scuole che avranno bisogno della mia professionalità per sentirmi degna di questo titolo. Soprattutto, però, spero di poter incoraggiare altri docenti a seguire il mio  stesso percorso e per questo intanto li invito a conoscere e a far parte della grande famiglia dei supporter GEG Italia, perché questo gruppo di educatori è davvero una fucina, un luogo di incontro e confronto fuori dal comune”.

Com’è lavorare con questo gruppo?Anche  gli altri membri dello staff  (Marilena Ferraro, Andrea Lamanna, Paola Paolino, Debora Ruocco, Melissa Giacosa, Francesco Piccolo, Rosanna Latronico, Adele Leccia, Micaela Barbuzzi) sono docenti in primis davvero preparati e coinvolgenti da cui si impara sempre, ma poi sono tutti, a partire dalla leader che scherzosamente chiamiamo “la regina”,  anche super simpatici, accoglienti e con un raro spirito di sana condivisione per cui ogni incontro, ogni live (quello del sabato alle 18 è un appuntamento fisso), ogni serie di tutorial (“Martedì GEG”, “Primi passi in Google workspace” e “Google junior training series”) ogni messaggio sulla chat telegram con noi supporter (siamo quasi 250) è un’occasione unica di arricchimento e confronto. Ognuno dà il suo contributo in termini di esperienza e in base alla sue competenze con un vero e costruttivo spirito di squadra. Per questo voglio cogliere questa occasione per invitare i miei colleghi a seguire le attività del gruppo sulla pagina facebook https://www.facebook.com/groups/271029637339203 e sul sito https://sites.google.com/view/gegitalia/home-page  dove è presente anche tantissimo materiale per la formazione”.

Un percorso non semplice ma sicuramente affascinante, chi l’ha supportata per arrivare a questo importante traguardo? “Intanto ringrazio voi di Sicilians per avermi dato questo spazio. Poi, doversoi ringraziamenti alla mia preside, ai miei colleghi e ai miei splendidi alunni che mi hanno supportato e per i quali continuo a essere a disposizione per suggerimenti e consigli, ai miei figli e a mio marito per la pazienza e, ovviamente, anche se sono ripetitiva, a GEG Italia. Ribadisco: unitevi a noi perché più siamo e più ci divertiamo!”.