Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

Al via a Cefalù commemorazioni e incontri al Museo Mandralisca

Enrico Pirajno di Mandralisca
Enrico Pirajno di Mandralisca

A Cefalù due mostre, due conferenze, un nuovo allestimento della collezione archeologica, un concerto per ricordare i 150 anni dalla scomparsa di Enrico Pirajno di Mandralisca. La Fondazione che porta il suo nome ha programmato da oggi a dicembre una serie di appuntamenti sul ruolo del colto e illuminato personaggio dell’Ottocento, con materiali e documenti inediti.

Oggi il professor Amedeo Tullio presenterà la nuova esposizione delle raccolte archeologiche. Alle 21, nella chiesa di Santo Stefano, un concerto di Diego Cannizzaro con musiche di Clementi e Mozart. Il 18 ottobre scrittori e critici si confronteranno sullo “sguardo ispiratore” del Ritratto d’uomo di Antonello da Messina, il capolavoro custodito nel museo. Matteo Collura, Laura Frezza e Giuseppe Saja spiegheranno il modo in cui il quadro è stato trattato dalla letteratura.

Il 28 novembre lo storico dell’arte Vincenzo Abbate parlerà di Enrico Pirajno e del suo “Impegno per le cose patrie”. Il 5 dicembre il programma degli eventi prevede una mostra di 35 lettere, in gran parte inedite, scritte dal barone e dalla moglie Maria Francesca Parisi nella forma di un diario di viaggio, compiuto tra il 15 giugno e il 18 ottobre 1861. “La Fondazione – dice il presidente Franco Nicastro – si è impegnata, sfidando tante difficoltà, per mettere in cantiere una serie di eventi di grande interesse.”