Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

Ad essere generosi si impara da piccoli

Diritti umani,  cooperazione e sviluppo, pace nel sud del mondo; comunicare, promuovere, agire, costruire le città del futuro è questo che si pone come obiettivo la onlus “Anymore”.

Un’associazione messinese che si costituisce nel 2003 dopo un’esperienza vissuta in Bosnia-Erzegovina attraverso il progetto Sarajevo AGESCI,  che inizialmente indirizza le proprie iniziative a favore delle popolazioni balcaniche del dopoguerra e che successivamente decide di allargare i propri orizzonti anche nel sud del mondo.

Una scelta impegnativa che vede i fondatori e i soci in continuo movimento  per rendere possibile  quel “mai più”,  scelto come identificazione dalla onlus , perché la vita vale ed è giusto e doveroso aiutare a ridurre gli squilibri e le ingiustizie  che piegano i Paesi del globo e di cui sono vittime milioni di persone.

Le iniziative proposte dalla onlus sono varie e si realizzano attraverso progetti di cooperazione, campagne di sensibilizzazione, sostegni a distanza, educazione alla pace e progetti mirati allo sviluppo ed auto sviluppo. Anymore  propone anche le scelte solidali, per rinunciare al tradizionalismo italiano e vivere i colori e i sapori dei popoli della terra, lasciando un segno con un piccolo gesto a favore dei progetti.

E sono molti i soci dell’organizzazione che compiono questa scelta e decidono , insieme ai propri figli  di  festeggiare i compleanni attraverso le feste solidali. “ I bambini

scelgono di rinunciare al regalo affinché la somma possa essere devoluta ai nostri progetti- spiega Antonio Spignolo, uno dei responsabili dell’associazione- e di solito si indirizzano sull’adozione a distanza.”

 La scelta solidale è senza dubbio un modo, se pur più austero, di prendere posizione all’interno della società, ricca di fronzoli e sprech. In cambio si propone anche un’offerta formativa ai bambini presenti, iniziandoli alla riflessione multietnica attraverso il racconto di favole straniere o con la proiezione di diverse immagini che riprendono questo tema.

“La fascia d’età é solitamente compresa tra i 4 e i 10 anni e la risposta alla scelta da parte dei festeggiati è soddisfacente -racconta ancora Spignolo. Ma, d’altronde, come sappiamo  i bambini non hanno problemi di differenza etnica, però è sempre una buona cosa spingerli a vedere oltre al loro naso”.

Le animazioni sono svolte dai volontari aderenti alla onlus, i cibi e le pietanze offerti nei rinfreschi  sono frutto di esperienze di solidarietà. E’ possibile  dare anche un ulteriore contributo scegliendo come  bomboniera da dare al termine dell’occasione uno dei  tanti articoli etnici ed artigianali provenienti dalle diverse parti del mondo, sede di svolgimento dei progetti. Un modo di rendere originali i propri regali agendo nel concreto.

La Anymore onlus dispone di un piccolo bazar equosolidale, un centro di raccolta fondi dove è possibile vedere e acquistare i vari oggetti e trovare tutte le informazioni riguardantl’associazione, i progetti in atto e le iniziative future.