Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

#ACRMessina. Stracuzzi fa ancora il capriccioso: cessione rimandata

E’ incredibile quello che è successo questo pomeriggio a Messina: Natale Stracuzzi fa ancora il capriccioso e non ha voluto cedere la società a Franco Proto, unico fortemente interessato a prendere il sodalizio peloritano. Davanti ai cantieri navali di proprietà di Stracuzzi si è creata una massa grazie a Cristiano Lucarelli, che su Twitter ha pubblicato la manifestazione sua e dei giocatori verso proprio i cantieri. Circa duecento persone tra tifosi e addetti ai lavori hanno seguito la marcia del gruppo capitanato dal tecnico livornese. Subito Lucarelli si è reso disponibile lasciando alcune dichiarazioni.

2. squadra

2. Lucarelli“Ho accompagnato i ragazzi, sono solidale con loro – spiega il mister: alle 14 hanno avuto la certezza che i soldi sarebbero arrivati da Proto, ma dieci minuti più tardi siamo venuti a sapere che Stracuzzi non aveva firmato ancora nulla. Prenderemo la penalizzazione in un momento difficile, da troppo tempo tifosi e giocatori sono presi in giro e questa è una protesta simbolica e pacifica. Non parlo con Stracuzzi da un mese, e ormai i discorsi stanno a zero: tutti stiamo assistendo a ciò che viene combinato a questa gente, li voglio ringraziare, tra squadra e tifoseria si è creato un bel legame. Questi sono giocatori che guadagnano 1.200 euro al mese, devono giustificare perché non arriveranno i soldi a casa, noi eravamo certi della firma. I soci di minoranza hanno firmato subito, non capiamo la presa di posizione di Stracuzzi e Oliveri. Non sono fiducioso, abbiamo capito con chi abbiamo a che fare, la fiducia è finita tempo fa”.

2. MusacciDopodiché arriva di gran carriera il presidente Stracuzzi, ricevuto da una delegazione della squadra e dei tifosi. Regna la confusione, non si capisce bene la situazione: in un primo momento i calabresi, arrivati poco dopo, hanno dichiarato di essersi presi il Messina, ma questo è stato smentito poco dopo dagli stessi interessati. I giocatori lasciano i cantieri con il volto tutt’altro che soddisfatto, con le lacrime di Andrea De Vito che spiegano di gran lunga tutto quello che sta accadendo attorno al Messina.

Il nodo della questione sarebbe la posizione di Stracuzzi che vorrebbe rientrare nel CDA della società capeggiata da Proto, ma l’imprenditore di Troina non ha intenzione di avere l’ex presidente del Messina all’interno del sodalizio peloritano. Questa follia del presidente uscente garantirà i punti di penalizzazione da scontare nella prossima stagione, e sicuramente non mette di buon umore una tifoseria stanca di tutti questi teatrini. L’ultima soluzione proposta è quella di cedere la maggioranza all’Antares, che a quel punto avrebbe il 98%, così da poter poi cedere il tutto a Proto, ma non sembra una strada al momento percorribile. Si attendono ulteriori sviluppi nella giornata di domani, ma già oggi speravamo che questo teatrino finisse nel migliore dei modi.

2. StracuzziSr

Giuseppe Marino

Laureato in Giornalismo all'Università degli studi di Messina. Si occupa a tutto campo della sezione sportiva di Sicilians, con un occhio di riguardo verso il calcio nostrano. Vi racconterà di tutto e di più sull'ACR Messina e sul panorama sportivo regionale.