Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

ACR Messina, primo colpo di mercato

Mirko Guadalupi

È ufficiale l’ingaggio di Mirko Guadalupi. Pugliese, classe ’87, il centrocampista offensivo giunge in riva allo Stretto dopo l’ottima stagione disputata a Cosenza, durante la quale ha totalizzato 30 presenze e messo a segno 10 reti. Trascorsi di primo’ordine quelli del neo acquisto. Tra gli altri, la serie A vestendo la maglia del Siena nelle stagioni 2007-08 e 2009-10, con l’intermezzo della serie cadetta ad Ancona.

Sul centrocampista Guadalupi, il tecnico Gaetano Catalano: “Guadalupi è un giocatore di grande qualità e in grado di ricoprire più ruoli. In un ipotetico 4-2-3-1 può giocare avanzato rispetto agli altri due centrocampisti o vestire i panni di interno nel 4-3-3. Esperto negli inserimenti e bravo di testa. Un’arma in più quest’ultima da sfruttare sulle palle inattive. Un ottimo acquisto, direi”.

Giocatori d’esperienza sono più che mai utili ora che i peloritani approdano ufficialmente nel mondo professionistico. Il direttore organizzativo Alessandro Failla e il segretario Alessandro Raffa, accompagnati dal tecnico Catalano, il 28 giugno, dopo il rilascio della fideiussione di 400.000 euro da parte di un istituto bancario, hanno infatti depositato a Firenze, negli uffici della Lega Pro, la documentazione necessaria all’iscrizione dell’A.C.R. Messina al prossimo campionato di Seconda Divisione.

È il Ds Fabrizio Ferrigno che si dedica intanto alla definizione dell’organico. Confermati Corona, Ignoffo, Bucolo e Maiorano. I primi due a dispetto dei parametri in merito all’età media di 24 anni stabiliti dalla lega Pro, con la conseguente rinuncia agli incentivi economici che ne sarebbero derivati.

Quanto ai giocatori giunti in prestito a Messina un anno fa, il portiere Lagomarsini, il difensore Caiazzo e il centrocampista Cicatiello appartengono di fatto al Genoa e se ne auspica la comproprietà. È invece l’Arzanese a detenere il cartellino di Caldore, per il quale sono in atto le trattative tra l’A.C.R. Messina e il club campano.

Ufficiali le partenze di Chiavaro e Savanarola, che nella prossima stagione vestiranno la maglia dell’Akragas, e di Taranto, rientrato dal prestito al Città di Messina. Improbabile la permanenza di Cuda, Comegna e Romano.

Da definire le posizioni degli over Quintoni, Cucinotta, Costa Ferreira, Chiaria e Cocuzza e degli under di serie D Parachì, Guerriera, Di Stefano e Leo.
Potrebbero piuttosto essere impiegati in prima squadra i giovani del vivaio di Roberto Buttò: Mangini, Calabrò, Bonanno, Sciotto e Chiappone.

Mister Catalano, che attualmente frequenta il corso a Coverciano per il patentino di seconda categoria utile a sedere su una panchina di Prima e Seconda Divisione in qualità di allenatore nonché su quelle di A e B in veste di secondo, è in costante contatto con Fabrizio Ferrigno. Tra le trattative condotte dal Direttore sportivo quella che punta al centrocampista centrale napoletano Francesco Simonetti, nelle ultime due stagioni al Milazzo.

In merito al pre-campionato, accreditata più di altre è la sede Castel di Sangro che nell’estate 2012 già ospitò la seconda fase del ritiro del Messina dopo il periodo trascorso a Taverna. La data del raduno in città ancora da definire. Probabile che il tecnico Catalano raggiunga i suoi direttamente in Abruzzo.

Tra le novità in casa giallorossa, l’accordo con il nuovo main sponsor per la stagione calcistica alle porte. Sarà il marchio Qmotors.it quello impresso sulle maglie dell’A.C.R. Messina. Qmotors.it ingloba i più importanti marchi del gruppo Fiat ed è il frutto dell’intesa di quattro concessionarie storiche di Messina e provincia, Cundari di Taormina, Gemelli di Barcellona, Priola di Sant’Agata Militello e Siracusano di Messina.

Venerdì 12 luglio alle ore 11 presso la sala conferenze della sede della Qmotors a Tremestieri, sulla s.s. 114 km 6,300, saranno illustrati i termini del rapporto di collaborazione e presentato alla stampa e alla città il restyling del logo della società peloritana, appena rivisitato allo scopo di renderlo più attuale.