Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

Accorinti e Todesco a confronto con l’Unione per la Cultura

Il sindaco Accorinti durante l'assemblea al Vittorio Emanuele

Questa sera alle 21 il sindaco Renato Accorinti e l’assessore alla Cultura Sergio Todesco incontreranno al Palacultura “Antonello da Messina” i rappresentanti dell’Unione per la Cultura.

In discussione gli argomenti già affrontati durante le ultime riunioni sia nella sede di Progetto Suono-Actor Gym e con i lavoratori del Teatro Vittorio Emanuele riuniti in assemblea sindacale.

In quell’occasione, presenti anche gli orchestrali, alcuni membri del Coro Cilea e diversi lavoratori stagionali, i sindacati hanno chiesto al sindaco Accorinti di nominare prima possibile il nuovo presidente dell’Ente Teatro, un commissario tecnico e dei tre consiglieri previsti dallo Statuto per eliminare il problema del commissariamento del Consiglio di amministrazione, che così avrebbe il numero legale necessario per votare i Bilanci del 2012 e del 2013.

“Noi abbiamo la fortuna di dover rendere conto di quello che facciamo soltanto alle persone -aveva dichiarato in quell’occasione il sindaco Accorinti. Senza condannare nessuno e senza alcuna cattiveria quello che sceglieremo lo sceglieremo per la città”.

Inoltre, durante l’assemblea convocata il 5 luglio scorso da SLC Cgil, UILCOM Uil, FIALS Cisal e Sadirs al Vittorio Emanuele, il sindaco Accorinti e l’assessore Todesco avevano già dato la massima disponibilità ad incontrare gli artisti, le compagnie e le associazioni culturali della città.

Nel corso dell’ultima riunione sono stati affrontati diversi aspetti del settore culturale. Tra questi, la condivisione di un sistema per il lavoro gratuito degli artisti, lo statuto dell’Ente Teatro di Messina ed il suo Cda oltre alle designazione dei tre consiglieri in quota del Comune e del presidente, la ridistribuzione dell’utilizzo dei Forti della città alle associazioni che ne fanno richiesta, l’uso degli uffici del Palacultura, i bandi e risorse europee con consulenza gratuita, la gestione e la creazione di teatri off e la predisposizione delle proposte per il cartellone estivo con schede tecniche e artistiche.