Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

Accorinti ad AddioPizzo: la Vara è una festa di tutti

Il sindaco Renato Accorinti

“Non posso che esprimere profonda amarezza per le dichiarazioni rilasciate da AddioPizzo Messina”. Inizia così la nota del sindaco Renato Accorinti, dopo le dichiarazioni di AddioPizzo rispetto alle presenze sul cippo della Vara di persone che hanno commesso reati e sui criteri di selezione dei componenti la Commissione Storico-scientifica e il Comitato Vara.

“Nella lettera alla città pubblicata giovedì 15 -spiega Accorinti- ho sottolineato espressamente che la Vara è una festa che appartiene a tutto il popolo messinese. Al contempo ho ribadito che contro ogni tipo di ambiguità e in netta discontinuità col passato, per la prima volta è stato istituito un Protocollo di legalità per regolamentare le funzioni del nuovo Comitato Vara, mettendo al centro i principi etici indiscutibili di legalità e di contrasto alle mafie.

Tale protocollo -prosegue il sindaco Accorinti- è nato proprio in virtù dell’importanza data da me e dalla Giunta municipale ai gravi avvenimenti della Vara 2012, quando volontari di AddioPizzo furono aggrediti da due componenti del disciolto Comitato Vara (in realtà sono tre, ndr).

Più di un mese fa, quando si è trattato di andare a costituire il nuovo Comitato Vara ho invitato personalmente i componenti di AddioPizzo a venire alle riunioni e ad entrare a farne parte per poter valutare e condividere tutti insieme le scelte più appropriate anche in merito ai suoi componenti.

Inoltre, ho chiesto loro di sfilare alla Festa della Vara con lo striscione di AddioPizzo. Hanno rifiutato entrambe le proposte. Il mio messaggio della lettera alla città, l’indossare la maglietta AddioPizzo e, al contempo, prendere il posto del Capo Vara sono stati gesti dalla forte carica simbolica, molto concreti e precisi, il cui senso è stato compreso chiaramente da tutta la città.

Non vedere il risultato straordinario ottenuto, quello di un popolo unito oltre che nella fede anche nei principi della legalità, non vedere che si sono superate mille difficoltà, presagite fino a qualche minuto prima della partenza della Vara, anzi, piuttosto, trovare qualcosa per scomporre e dividere un messaggio di cambio epocale, è come di chi guarda il dito e non guarda la luna.

E’ utile solo ad indebolire questo percorso. Con spirito sempre propositivo e alla ricerca delle soluzioni migliori -conclude Accorinti- rinnovo ad AddioPizzo, a tutti i cittadini e alle associazioni l’invito a collaborare sin d’ora per migliorare il Protocollo di Intesa per la futura Vara 2014”.

Francesca Duca

Ventinovenne, aspirante giornalista, docente, speaker radiofonica. Dopo una breve parentesi a Chicago, torna a preferire le acque blu dello Stretto a quelle del lago Michigan. In redazione si è aggiudicata il titolo di "Nostra signora degli ultimi" per interviste e approfondimenti su tematiche sociali che riguardano anziani, immigrati, diritti civili e dell'infanzia.Ultimamente si è cimentata in analisi politiche sulle vicende che animano i corridoi di Palazzo Zanca.