Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

Miss Mondo fantasma, la denuncia di Gioveni e Cacciotto

Libero Gioveni

Negli elenchi delle delibere risulta un contributo di  oltre 4 mila euro per la manifestazione di Miss Mondo a Camaro il 13 agosto scorso, ma nella zona nessuno ricorda un evento del genere e i consigliere UDC  del III Quartiere Libero Gioveni e Alessandro Cacciotto chiedono al commissario straordinario Croce di fare chiarezza.

“La tragicomica notizia venuta fuori nelle ultime ore circa l’impegno di spesa di 4.235 euro deliberato dall’ex giunta municipale per finanziare la manifestazione di “Miss Mondo” il 13 agosto scorso a Camaro nell’ambito delle manifestazioni ferragostane e di cui non si ha assolutamente traccia -scrivono Giovani e Cacciotto- fa gridare assolutamente allo scandalo, specie in un periodo di forte magra come questo attuale dove i dipendenti comunali, di Messinambiente e dell’ATM non riescono nemmeno più a prendere lo stipendio e dove alle mense pubbliche per i poveri ultimamente si intravedono, purtroppo,  sempre più pensionati e disoccupati.

Posto che di una manifestazione del genere non si è fatta per niente pubblicità e che nemmeno a manifestazione effettuata nessuno è venuto mai a conoscenza dell’eventuale proclamazione di questa pseudo “Miss Mondo” a Camaro e considerato, altresì, che la Giunta ha anche agito probabilmente in deroga alla delibera n° 1560 del 2011 con la quale si era stabilito di fissare nuove regole per l’assunzione di impegni di spesa fino all’approvazione del bilancio previsionale 2012 (per altro ancora non approvato), riteniamo sia assolutamente legittimo e doveroso da parte del commissario Croce aprire un’inchiesta interna per fare la necessaria chiarezza di quanto accaduto e se ci sono i presupposti per andare oltre, anche di consegnare gli atti in Procura per accertare eventuali responsabilità.

In questo periodo di forte crisi economica, non è assolutamente accettabile che l’ex sindaco Buzzanca, sulla pelle ormai scorticata dei cittadini, si sia preparato il terreno per la campagna elettorale delle regionali, accontentando magari qualche suo fedele scudiero o per aiutare gli stessi suoi uomini possibili candidati alle prossime amministrative di primavera.

Confidiamo nella trasparenza e nella legalità riconosciute da sempre al commissario Croce affinché la cittadinanza abbia le dovute risposte e magari conosca pubblicamente questa nuova “Miss Mondo”, ad oggi solo un fantasma”.