Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

9 maggio 09.36 Giornata d’Europa, oggi esposta anche la bandiera UE

A palazzo Zanca, come in tutti gli edifici pubblici, oggi mercoledì 9, in occasione della Giornata d’Europa, a seguito delle disposizioni della Segreteria generale della Presidenza del Consiglio, sono esposte la Bandiera nazionale e quella europea. Palazzo Zanca dagli originali due pennoni, si è arricchito nel 1998, di una terza asta, a seguito della legge 22 del febbraio 1988, che dettò norme sull’uso della bandiera della Repubblica italiana e di quella dell’Unione Europea. Con tale disposizione insieme con il Tricolore italiano, è previsto infatti di issare negli edifici pubblici, secondo le norme, la Bandiera dell’Unione europea. La Festa, in memoria della storica dichiarazione di Robert Schuman del 1950, intende ricordare le conquiste dell’Unione Europea e far riflettere sui suoi obiettivi: pace, libertà, prosperità e lavoro comune verso traguardi condivisibili. L’odierna celebrazione è particolarmente significativa per Messina ove proprio l’1 giugno del 1955 a Palazzo Zanca si riunirono i sei ministri dei Paesi aderenti al Ceca (la Comunità europea del carbone e dell’acciaio). In quell’occasione il belga Paul Henn Spaak a cui nel 1955, dopo la conferenza di Messina, fu affidata la presidenza del comitato intergovernativo per l’elaborazione di un rapporto sulle possibilità di unione economica generale; il francese Antoine Pinay; il tedesco Walter Hallstei; il lussemburghese Joseph Beck; l’olandese Joan Williem Beyen e il ministro degli Esteri italiano Gaetano Martino, promotore dell’iniziativa, gettarono le basi per l’avvio dell’integrazione europea. Messina rimane vicina all’idea comunitaria ed altri episodi della sua più recente storia, testimoniano questo legame; nel 1965 fu celebrato il decimo anniversario della conferenza messinese con un incontro dei giornalisti europei; il 23 ottobre del 1968, il presidente della Commissione Poteri Locali del Consiglio d’Europa, nel corso di una solenne cerimonia a Palazzo Zanca, consegnò al Comune la Bandiera d’Europa quale riconoscimento della funzione storica della città dello Stretto nel processo di unificazione. Più recentemente nel 1981 il Consiglio d’Europa e l’Intercenter promossero a Palazzo Zanca, il X colloquio di diritto europeo mentre il 5 aprile del 1983 l’allora presidente della Commissione delle Comunità Europee, Gaston Thorn incontrò le autorità locali, al Comune, auspicando nel suo discorso – “une nouvelle conférence du type “Messina” que j’ai appellé Messina 2″ – un nuovo incontro a Messina per affrontare le problematiche della Comunità. Ed il 2 giugno del 1995, con la Conferenza dei Ministri degli Esteri dell’Unione Europea, fu ricordato, quaranta anni dopo la Conferenza dei sei ministri degli esteri della Comunità carbo-siderurgica, l’avvenimento durante il quale furono concepiti i trattati di Roma e che pose le premesse del rilancio dell’unità dell’Europa, il cui processo sembrava essersi arrestato dopo il fallimento della Comunità europea di difesa.