Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

#Regione. Attaguile replica alle dichiarazioni fatte da Crocetta a Ballarò

Il deputato nazionale, Angelo Attaguile, segretario nazionale e coordinatore per la Sicilia di Noi con Salvini
Il deputato nazionale, Angelo Attaguile, segretario nazionale e coordinatore per la Sicilia di Noi con Salvini

“I pilastri dell’ex Mpa e del governo di Raffaele Lombardo oggi sostengono Rosario Crocetta, da Leanza a Pistorio, da Lumia a D’Agostino”.

L’onorevole Angelo Attaguile, segretario nazionale e coordinatore per la Sicilia di Noi con Salvini ribatte punto su punto alle dichiarazioni del presidente della Regione Sicilia rilasciate durante la trasmissione di Raitre Ballarò.

Crocetta ha accusato Matteo Salvini di aver fatto in Sicilia l’alleanza con gli ex Mpa e di aver scelto come referente Attaguile definito amico di Lombardo.

“Mente sapendo di mentire, è sotto gli occhi di tutti che i protagonisti principali del governo di Raffaele Lombardo oggi in realtà sono con lui – secco Attaguile sulle parole di Corcetta. Lo sanno tutti che i principali personaggi che hanno sostenuto Raffaele Lombardo quando era governatore oggi sono con Crocetta. Potrei citarne a dozzine, a partire dagli ex colonnelli di Raffaele Lombardo, Lino Leanza, che è stato anche segretario del Mpa, e Giovanni Pistorio, a Nicola D’Agostino.

Per non parlare – continua il segretario di Noi con Salvini – poi dell’onorevole Beppe Lumia, che quando Lombardo rimase senza maggioranza, dopo aver rotto col PDL, gli fece da stampella col Partito democratico nonostante l’avviso di garanzia per le vicende giudiziarie note a tutti”.

Attaguile parla della vicinanza a Crocetta di “quella Confindustria che sostenne prima Raffaele Lombardo e oggi trova ampio spazio nei posti di governo assegnati proprio dall’attuale presidente siciliano che, senza neppure attendere il lavoro dei magistrati, si permette di difendere il presidente regionale di Confindustria, Antonello Montante, finito sotto inchiesta dopo le dichiarazioni di diversi pentiti”.

Attaguile, riguardo gli ex MPA, ricorda che i due senatori rimasti vicini a Lombardo “sono all’interno del gruppo parlamentare denominato GAL, certamente non vicino alla Lega”.

Rosario Crocetta teme l’incredibile entusiasmo siciliano che s’è creato attorno al progetto politico lanciato da Matteo Salvini, anche nella sua Gela, che a breve amministreremo con uomini nostri. L’incapacità di Crocetta a governare la nostra amata Isola è così lampante che è riuscito nell’impossibile missione di far rimpiangere tutti i suoi predecessori” – conclude Attaguile.