Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

7 settembre 11.51 Senza stipendio i dipendenti di Nuove Solidarietà, si rischia il blocco dell’assistenza

Clara Crocè, segretario FP Cgil

In stato di agitazione i lavoratori della cooperativa Nuove Solidarietà senza stipendio da giugno. Clara Crocè, segretario generale FP Cgil lancia l’ultimatum: “Stipendi entro lunedì oppure blocco dei servizi”.

A deciderlo l’assemblea dei lavoratori che si è tenuta ieri pomeriggio alla Cgil. La cooperativa “Nuove Solidarietà” gestisce per conto del Comune il servizio di assistenza domiciliare agli anziani.

“I lavoratori presenti all’assemblea indetta dalla FP CGIL hanno dichiarato di non essere più in grado di assicurare i servizi -spiega Clara Crocè- considerato che pur dovendo ancora avere due stipendi sono costretti a raggiungere il domicilio degli anziani assistiti a proprie spese. Abbiamo una nota al presidente della Cooperativa e  a quel che  rimane  dell’Amministrazione Comunale per chiedere l’immediato pagamento degli stipendi ai lavoratori.

Siamo alle solite -continua Clara Crocè. Ci dicono che le casse comunali sono vuote e che il Comune è in attesa dei trasferimenti Stato/Regione. Come dire, nella migliore delle ipotesi tra due settimane. Tempi troppo lunghi per i lavoratori che ormai sono ridotti alla disperazione e gli anziani ai quali dev’essere garantito il servizio. Mentre la cooperativa sostiene di aver già anticipato lo stipendio relativo al mese di maggio ed il pagamento dei contributi relativi ai mesi di giungo e luglio. Il Comune, in buona sostanza, è fermo con la liquidazione delle fatture al mese di  aprile”.