Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

7 settembre 10.01 Città dissestata, il Comune non ce la fa e si appella ai volontari

La buca che si è creata ieri a Bordonaro

Giovani ingegneri, architetti, geometri, geologi, periti agrari ed edili residenti nei 48 villaggi del territorio comunale potranno richiedere di fare parte di un gruppo di volontari per il monitoraggio del territorio in occasione di frane, allagamenti, incendi, case pericolanti ed in genere per ogni emergenza legata alla protezione civile.

E’ questa la proposta presentata dall’assessore al ramo Pippo Isgrò al vice sindaco Orazio Miloro e trasmessa ai dirigenti tecnici del dipartimenti comunali.

I volontari chiamati a collaborare, una sorta di “ausiliari” del segnalamento, potranno fare riferimento alla neo costituita unità operativa per fronteggiare l’emergenza di protezione civile, coordinata da Grazia Costa, membro della Commissione regionale dei volontari del soccorso della Croce Rossa Italiana, alla quale sono stati recentemente consegnati i locali dell’ex plesso scolastico Catarratti.

I giovani tecnici, dopo un corso di formazione, potrebbero quindi essere impiegati per fornire informazioni istantanee, trovandosi già nelle zone interessate da eventuali calamità, utili per definire la tipologia dell’intervento di soccorso.