Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

7 maggio 11.49 Terza Categoria, Messinaudace-Atletico Messina 0-6

Un Atletico in cerca dei tre punti necessari a difendere la sua seconda posizione, asfalta il Messinaudace con lo stesso punteggio dell’andata.

Come un girone fa infatti, anche in questo caso la squadra di Spanò deve arrendersi per 6-0 all’armata bianco-azzurra. Complice la sconfitta della capolista Team Scaletta, resta anche qualche spiraglio in vista della prima posizione.

Ma l’obiettivo numero uno al momento è quello di vincere le tre partite che restano e guardare alla classifica solo a giochi fatti. La doppietta di Bonanno, permette al cannoniere dell’Atletico di raggiungere quota venti in campionato.

Anche per il rientrante La Valle due gol, mentre una marcatura a testa per Nicocia e Galletta.

La cronaca

L’Atletico torna ad essere arbitrato dal signor D’Amico di Messina. Giacobbe non rinuncia al collaudato 4-4-1-1. In porta confermato La Fauci. Davanti a lui, la linea difensiva registra ancora una volta numerose assenze: niente da fare per Spinella, ancora bloccato da un fastidio alla schiena. Come lui fuori anche Interdonato e Milazzo. Accanto a Mascaro quindi, ancora spazio per Francesco Vinci, con Quattrone e Insana ai lati.

Centrocampo che vede Scavello vincere il ballottaggio con Emanuele Vinci e affiancare Galletta. Chillè e Nicocia completano il reparto. Bonanno fa coppia con La Valle, che rientra dalla squalifica di due giornate e trova la maglia da titolare complice il fastidio accusato da Tavani nella scorsa gara, che ha portato Giacobbe a preservarlo per le partite a seguire. Messinaudace alla ricerca di punti che rendano un po’ più sorridente la classifica: al momento infatti, la squadra di Spanò viaggia nella parte media-bassa della classifica.

Nei primi minuti le due squadre si studiano, senza affondare quasi mai il colpo. La gara vive la prima emozione al minuto 14,quando Bonanno riesce a spizzare il pallone di testa ed allungarlo alle sue spalle verso La Valle. Il bomber in maglia 15 trova la coordinazione giusta edi pallonetto prova a beffare Cafaro in uscita. La traiettoria termina di poco alta sulla traversa e il punteggio non si sblocca.

Passano due minuti e Passalacqua scalda i guantoni di La Fauci: ma la risposta del numero 1 bianco-azzurro non tarda ad arrivare, ed in presa bassa fa suo il pallone. Al 27’palla gol costruita ancora dalla coppia d’attacco ospite. Bonanno supera abilmente due avversari dai 20 metri e arrivato al limite prova la conclusione. L’intervento di un difensore di casa fa carambolare il pallone sui piedi di La Valle, che di prima la gira verso la porta. Buono il gesto tecnico, meno la riuscita.

Palla che termina sul fondo. Per il 15 è la prova tecnica del goal,che arriverà un minuto più tardi. Insana manda in profondità Nicocia. Defilato a sinistra, il 7 ospite fa partire il cross al centro dell’area, dove appostato c’è La Valle. Il bomber dell’Atletico non può far altro che insaccare la rete del momentaneo 1-0. Si tratta della terza rete stagionale per l’attaccante bianco-azzurro, che avrà la possibilità nel secondo tempo di migliorare ulteriormente il suo score.

Fino allo scadere della prima frazione nessuna emozione, tranne l’ottima risposta di La Fauci ad uno scatenato Passalacqua. Il numero 11 di casa trova il modo di passare tra Mascaro e Vinci e dall’ interno dell’area di rigore fa partire un destro insidioso. Il portierone ospite però,non si fa sorprendere e devia la sfera in angolo. Dopo un minuto di recupero,termina il primo tempo sul punteggio di 1-0 per

gli ospiti.

Nella ripresa la gara si accende, a differenza di quanto avvenuto nel tempo precedente, sin dalla prime battute. La Valle si rende pericoloso infatti, già al 48’ quando grazie ad un sombrero si libera di un avversario. Il seguente tiro dalla distanza però, si spegne largo sul fondo. Al minuto numero 56 è Chillè a provare la conclusione di sinistro sull’assist di Nicocia. Ma la mira non è delle migliori e la sfera termina alta. Al 60’ Insana serve una buona palla al limite dell’area per Bonanno.

Il capitano serve di petto l’accorrente Nicocia, che da posizione centrale prova il destro che però termina ampiamente a fondo campo. Al 64’ arriva il raddoppio. Insana serve in profondità Bonanno. Il numero 10 controlla la sfera, salta il portiere e insacca la rete del 2-0. Da qui in poi il Messinaudace sembra non riuscire più a prendere le contromisure agli avversari. La linea difensiva gioca molto alta e spesso lascia gli avanti dell’Atletico liberi di attaccare la profondità. Passa un solo minuto dal gol e Chillè potrebbe chiudere definitivamente il match. Ma dopo la ribattuta di Cafaro su un’ottima girata di contro balzo da parte di La Valle, il laterale offensivo ospite spara alto a tu per tu con la porta. Passano altri 60 secondi e stavolta il terzo gol arriva.

È ancora Bonanno ad innescare il compagno di reparto La Valle, che davanti a Cafaro, lo salta e deposita la sfera in fondo al sacco. Il messinaudace prova una reazione al 75’: ma il tiro di Ricciardo è facile preda di La Fauci. Al 76’ Nicocia decide di timbrare il cartellino: servito dall’ottimo Bonanno, fa fuori un avversario con una finta e di sinistro conclude al meglio l’azione. Rete che chiude la partita e permette al numero 7 di salire a quota sei in classifica marcatori, scavalcando Tavani e Chillè fermi a 5. I padroni di casa provano comunque a rendersi pericolosi ed è ancora Ricciardo a concludere.

Ma la parata plastica di La Fauci, evita al numero 8 la gioia del goal. Al 79’ Bonanno raggiunge quota venti reti stagionali. Con caparbietà, lotta su un pallone poco defilato a destra. Riesce di fisico a vincere il contrasto e puntare verso la porta. La precisione ,che gli ha permesso nelle scorse partite di fare la differenza, non lo lascia proprio ora e di destro regala la quinta rete ai compagni. Sembra non volere terminare la sfida personale tra Ricciardo e La Fauci, e un minuto più tardi l’8 di casa ci prova ancora dalla distanza. Ma l’estremo difensore ospite non sembra essere molto intenzionato a lasciarlo passare e gli nega ancora una volta la rete personale.

Al 86’ sesta ed ultima rete dell’incontro. Il buon Insana serve lungo la fascia Nicocia. Il sette ospite, autore già di un assist in occasione della prima rete, decide di bissare e serve al centro Galletta. Per il 4 è un gioco da ragazzi battere a rete e siglare la seconda marcatura stagionale.

Il fischio finale del signor D’Amico regala un sorriso agli ospiti, capaci di far loro una partita importantissima. Adesso occhi puntati sulla prossima settimana, quando al N.Bonanno farà visita un Futura pieno di juniores vogliosi di dimostrare qualcosa a loro stessi e fermare la marcia di avvicinamento ai play-off degli uomini di Giacobbe.

Il tabellino: Messinaudace-Atletico Messina:0-6

Marcatori: 28’-66’La Valle, 64’-79’Bonanno, 76’Nicocia,86’ Galletta.

Messinaudace: Cafaro, Allegra(K)(46’Amendola), Carbonaro(59’Marsala),Munaò(49’Cambria), Patti, Maugeri, Di Bella, Ricciardo, DIveto(53’Famà),Sturiale(67’Cortese), Passalacqua(vk). All. Giuseppe Spanò

Atletico Messina: La Fauci, Insana, Quattrone, Galletta,Mascaro, Vinci F, Nicocia (vk), Scavello(63’Vinci E), La Valle(70’Tavani),Bonanno (K), Chillè(75’Tripodo). All. Francesco Giacobbe

Ammoniti: Munaò, Passalacqua (Me. Audace), Mascaro, VinciE(Atl.Messina)

Arbitro: Marco D’Amico di Messina