Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

7 luglio 16.25 Antimafia, Armao: “Accelerare i tempi di consegna dei beni confiscati”

“La Regione siciliana intende fare la sua parte nella valorizzazione dei beni confiscati alla mafia. Attendiamo nei prossimi giorni il conferimento del Feudo ‘Verbumcaudo’, del quale ho gia’ parlato con il Prefetto Caruso, direttore dell’Agenzia per i beni confiscati, che consentira’ di far gravare sulla Regione il pagamento della rata del mutuo acceso con Unicredit. Il Fondo sara’ assegnato in comodato agli enti locali interessati. In merito abbiamo gia’ insediato un gruppo di lavoro con i diversi assessorati interessati a sostenere la valorizzazione del fondo agricolo offrendo un sostegno con fondi regionali provenienti da vari rami dell’Amministrazione ed in sinergia con l’Universita’ di Palermo”.

Lo ha detto l’assessore per l’Economia, Gaetano Armao, intervenendo al convegno dal titolo: ‘Dalla legge Rognoni-La Torre al Codice Antimafia. Spezzare il patto politica-mafia-affari’ svoltosi oggi a Roma.

“Il tema del convegno – ha proseguito Armao – sollecita inoltre la definizione della questione del trasferimento alla Regione dei beni da essa locati in proprieta’ di societa’ confiscate. Non possiamo piu’ sostenere costi milionari (oltre 6 milioni annui) per beni che appartengono allo Stato. A tal proposito va segnalata la grave inerzia determinata da alcuni amministratori giudiziari che da questa situazione traggono solo benefici diretti”.

“Sulle lacune, gli errori ed i gravi rischi insiti nello schema del Codice Antimafia – ha concluso – sento di condividere le considerazioni del Procuratore nazionale antimafia, Piero Grasso, rese ieri in Commissione Giustizia della Camera”.