Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

7 giugno 07.30 Referendum, agevolazioni di viaggio per gli elettori

Per i Referendum 2011 si voterà il 12 e 13 giugno. Le operazioni di voto avranno inizio domenica 12, alle ore 8, e si protrarranno sino alle 22, mentre nella giornata di lunedì 13 gli elettori potranno recarsi alle urne dalle ore 7 sino alle 15. Secondo quanto stabilito dal decreto legge, pubblicato in Gazzetta Ufficiale, ai cittadini che, per recarsi nei comuni di residenza in occasione delle elezioni, utilizzeranno l’aereo, sarà rimborsato il 40 per cento del biglietto di andata e ritorno, modificando la norma del 1969, che prevedeva agevolazioni per i cittadini che utilizzano il treno. Hanno dato la propria adesione, addivenendo alla stipula di appositi accordi con il Ministero dell’Interno, solo le società Alitalia e Blue Panorama che applicheranno le agevolazioni sui biglietti di viaggio aereo agli elettori che, in occasione delle prossime consultazioni elettorali e referendarie, dovranno recarsi nel comune nelle cui liste elettorali sono iscritti, per esercitarvi il diritto di voto. Per i viaggi effettuati con la compagnia Alitalia, le agevolazioni verranno applicate su tutti i voli nazionali Alitalia per le classi di prenotazione Y, B, M, H, K, V, T, N, S, Q, X, con esclusione delle tratte in continuità territoriale e delle tariffe promozionali. Per i viaggi effettuati con la compagnia Blue Panorama, le agevolazioni verranno applicate su tutti i voli nazionali con il marchio “Blue-express.com”. In entrambi i casi, le agevolazioni si applicheranno solo ai biglietti rilasciati per  viaggi di andata e ritorno. Per usufruire delle agevolazioni di cui sopra, l’elettore dovrà presentare al check-in e/o all’imbarco la tessera elettorale o, in mancanza di essa, per il solo viaggio di andata, una dichiarazione sostitutiva ai sensi degli articoli 46 e 48 del T.U. n. 445/2000; al ritorno l’elettore dovrà comunque esibire la tessera elettorale regolarmente vidimata dalla sezione elettorale recante la data di votazione. I documenti di viaggio hanno un periodo di validità di sette giorni antecedenti la data della consultazione e sino a sette giorni successivi alla data di chiusura delle operazioni di votazione. La Società Trenitalia S.p.A. ha diramato ai propri Uffici territoriali le direttive di competenza, consultabili sul sito http://www.trenitalia.com/>Area Clienti>Condizioni di trasporto>Elettori. Alle Biglietterie di stazione ed alle Agenzie di viaggio è affisso un apposito avviso ai viaggiatori ove sono riportate le particolari condizioni che disciplinano i biglietti emessi in favore degli elettori. Vengono rilasciati biglietti ferroviari nominativi di seconda classe, di andata e ritorno, con applicazione della riduzione del 60% sulle tariffe regionali n. 39 e regionali con applicazione sovraregionale (39/AS) e del 70% sul prezzo Base previsto per tutti i treni del servizio nazionale (Eurostar Italia, Eurostar Italia Alta Velocità, Eurostar City, Interciti, Intercity notte ed Espressi) e per il servizio cuccette. Sono esclusi dalla agevolazione i servizi vagone letto, le vetture Excelsior ed Excelsior E4, i salottini nonché tutti i servizi accessori (ristorazione, auto al seguito). Lo sconto previsto non è cumulabile con altre riduzioni e/o promozioni ad eccezione delle agevolazioni previste a favore dei ciechi, mutilati ed invalidi di guerra o per servizio e dei possessori di Carta Blu che mantengono comunque il diritto alla gratuità del viaggio per l’accompagnatore. I biglietti con le riduzioni sono rilasciati dietro esibizione della tessera elettorale e di un documento d’identità. Unicamente per il viaggio di andata, è ammessa l’autocertificazione che deve essere presentata esclusivamente al personale di biglietteria. Per il viaggio di ritorno è necessaria anche la timbratura apposta dal seggio elettorale sulla tessera elettorale. Per quanto riguarda il periodo di utilizzazione, i biglietti sono emessi a condizione che il viaggio di andata avvenga entro l’ultimo giorno di votazione (compreso) e quello di ritorno a partire dal primo giorno di votazione (compreso). Pertanto, per le prossime consultazioni referendarie, il viaggio di andata deve essere effettuato entro il 13 giugno e quello di ritorno non prima del 12 giugno. In ogni caso il viaggio di andata deve essere completato entro l’orario di chiusura delle operazioni di votazione e quello di ritorno non può aver inizio se non dopo l’apertura del seggio elettorale. Per i viaggi degli elettori residenti all’estero è prevista l’emissione di un biglietto a tariffa Italian Elector (riduzione, sul percorso Trenitalia, del 70% sulla tariffa Adult/Standard). Per i viaggi con i treni Artesia (Francia-Italia) il biglietto viene emesso alla tariffa Italian Elector/Electit. Sono esclusi dalla agevolazione i servizi vagone letto e VL DeLuxe, nonché i servizi accessori. Sui treni Elipsos (Spagna -Italia) e su quelli da/per l’Est Europa (Transito di Villa Opicina) non viene riconosciuta l’agevolazione per gli elettori residenti all’estero. L’agevolazione è applicata su presentazione della tessera elettorale o della cartolina-avviso o della dichiarazione dell’Autorità consolare italiana attestante che il connazionale, titolare della dichiarazione stessa, si reca in Italia per esercitare il diritto di voto, con l’indicazione dell’agevolazione di viaggio spettante. Per questi elettori non è prevista la possibilità di produrre l’autocertificazione in luogo della tessera elettorale. Qualora la cartolina avviso sia sprovvista dell’apposito riquadro, riportante il tipo di agevolazione spettante, non verranno rilasciati dai punti vendita i biglietti con le agevolazioni sopra indicate, in quanto nella fattispecie l’elettore ha diritto, ai sensi dell’art. 20 della legge 459/01, al rimborso del 75% del prezzo del biglietto da parte del Consolato, così come più ampiamente illustrato in un successivo paragrafo della presente circolare. Il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti – Direzione Generale per il trasporto marittimo interno, ha diramato alle società di navigazione concessionarie appartenenti al Gruppo Tirrenia (Tirrenia, Caremar, Siremar, Toremar e Saremar) le direttive per l’applicazione, nell’ambito del territorio nazionale, delle consuete agevolazioni a favore degli elettori residenti in Italia e di quelli provenienti dall’estero che dovranno raggiungere il comune nelle cui liste elettorali sono iscritti, per poter esercitare il diritto di voto. In particolare: a tali elettori verrà applicata di norma la tariffa con riduzione del 60% sulla “tariffa ordinaria”; nel caso in cui gli elettori abbiano diritto alla tariffa in qualità di residenti, le biglietterie autorizzate applicheranno sempre la “tariffa residenti” tranne che la “tariffa elettori” risulti più vantaggiosa. L’agevolazione, che si applica in prima e seconda classe (poltrone, cabine, passaggio ponte), ha un periodo complessivo di validità di venti giorni e viene accordata dietro presentazione della documentazione elettorale e di un documento di riconoscimento. Nel viaggio di ritorno dovrà essere esibita la tessera elettorale, recante il timbro dell’ufficio elettorale di sezione.