Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

7 febbraio 15.30 Truffa Inps, smascherato falso cieco

I Carabinieri della Aliquota Operativa del N.O.R.M. della Compagnia di Patti hanno svolto un’attività di monitoraggio nei confronti di soggetti affetti da invalidità e pertanto destinatari di benefici economici.

Attraverso l’analisi e l’elaborazione di dati contenuti in specifici database dell’INPS, i Carabinieri sono riusciti a individuare un pensionato di ottantatre anni, che, da circa dieci anni, era riuscito a far credere di essere invalido al cento per cento, arrivando a percepire indebitamente dall’INPS oltre 60mila euro di pensione.

All’indagato, nella giornata di ieri, i Carabinieri hanno notificato un avviso di garanzia poiché ritenuto responsabile di truffa aggravata e continuata ai danni dello Stato.

L’uomo, dal 2003, dopo aver ottenuto il riconoscimento dell’invalidità di «cecità assoluta con indennità di accompagnamento»,

percepiva mensilmente dall’INPS una pensione di invalidità civile per un importo di oltre 800,00 euro.

Nell’ambito delle attività investigative svolte, che si sono protratte nell’arco di diverse settimane, i militari dell’Arma anche attraverso riprese video, hanno accertato che l’ottatatreenne, nonostante l’invalidità riconosciutagli, effettuava in assoluta autonomia, e senza alcuna difficoltà, diverse attività, tra cui l’attraversamento della sede stradale anche in prossimità di incroci, percorrendo altresì per lunghi tratti, anche in presenza di barriere architettoniche, le vie del centro abitato di Patti.

E’ stato addirittura ripreso mentre compilava a mano una schedina presso una ricevitoria telematica del luogo.

Al termine dell’attività investigativa, i Carabinieri hanno dato esecuzione ad un provvedimento di sequestro preventivo di beni immobili e disponibilità finanziarie riconducibili all’indagato, per un valore complessivo di circa 60mila euro.