Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

7 aprile 14.05 Nucleare, Alfano (IdV): “Parlare di impianti nucleari sicuri significa negare l’evidenza, Ue deve uscirne”

“La lezione da imparare dall’incidente nucleare del Giappone è una sola: il termine impossibile non esiste. Parlare di impianti nucleari sicuri significa negare l’evidenza”. E’ così che l’eurodeputata Sonia Alfano, spiega il voto contrario della delegazione dell’Italia dei Valori alla risoluzione sugli insegnamenti da trarre dall’incidente nucleare in Giappone per la sicurezza nucleare in Europa. Voto condizionato dalla bocciatura dell’emendamento 26, che chiedeva venisse negata la costruzione di nuovi impianti nucleari in Europa.
“Possiamo fare tutti gli stress test, ma non avremo mai alcuna certezza – prosegue – perché non esiste un ‘rischio zero’ quando si tratta di nucleare. Come minimo, pretendiamo che i test siano obbligatori, condotti in maniera trasparente e da soggetti indipendenti. L’unica vera alternativa per l’Unione Europea è di uscire dal nucleare, che per altro conta solo il 16% dell’energia elettrica, senza parlare della questione dello smaltimento delle scorie”.
“Dobbiamo sostenere una visione per un’Europa rinnovabile al 100% entro il 2050, eliminando rapidamente il nucleare e promuovendo l’efficienza energetica e l’energia alternativa. Oggi, noi dell’IdV – conclude – abbiamo votato con questa coscienza e speriamo i cittadini italiani faranno lo stesso il prossimo 12 giugno”.