Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

7 agosto 10.43 Noto, museo e agorà fino al 22 agosto

Fino al 22 agosto Noto, diventa museo e agora’ con mostre, musica, teatro e convegni. Gli appuntamenti delle rassegne “Paesaggi, parole e musica”, di NotArte e della mostra Di Miti e Di Mari.

L’Assessore al Turismo, Sport e Spettacolo, Daniele Tranchida: “Un’occasione unica per riscoprire il Barocco e palazzi chiusi da anni come la sezione archeologica del museo civico che riapre per l’occasione”.

Noto palcoscenico barocco all’aperto con mostre lungo via Nicolaci e spettacoli in piazza Landolina con NotArte 2011 ma anche con un’occasione unica offerta dalla Rassegna Paesaggi, Parole e Musica e dalla mostra Di Miti e di Mari in collegamento con il Festival del Paesaggio: la possibilita’ di visitare la sezione archeologica del Museo civico chiusa da 25 anni per lavori di restauro e partecipare ad incontri culturali anche dentro lo splendido cortile di Palazzo Nicolaci mai utilizzato per questo tipo di eventi. Insomma, Noto come non si e’ mai vista grazie ai tre eventi finanziati dal Circuito del Mito 2011, la manifestazione organizzata dall’assessorato regionale al Turismo, Sport e Spettacolo in luoghi suggestivi dell’isola.

Alla rassegna legata al Paesaggio, curata da Costanza Messina e presentata qualche giorno fa, da questo weekend si aggiunge il programma di NotArte Festival 2011 “NotoinMito” dello Studio Barnum. Una carrellata di appuntamenti che fino al 22 agosto trasformeranno la via Nicolaci in un museo all’aperto mettendo in mostra le opere di artisti nati, arrivati o innamorati della Val di Noto e affascinati dai volti e dai colori del Sud Est dell’isola. Un’esposizione in movimento che come per magia prendera’ via ogni giorno subito dopo il tramonto nella splendida via del centro con un allestimento di opere pittoriche, fotografiche e scultoree. In mostra, i lavori di 31 artisti: Caterina AIDALA, Rosanna ALI’, Gianni ANDOLINA, Mariella ARGENTINO, Ersilio BELLASSAI, Amalia BONGIORNO, Gaetano BUFALINO, Giovanna CAMPISI, Francesco CASSIBBA, Salvatore CASTELLINO, Anna CORSINI, Sergio FIORENTINO, Marta FITULA, Angela FORTE, Salvo GENOVESI, Pietro GIANNONE, Mariangela GIOACCHINI, Alberto GRANDE, Daniela IACONO, Paola MINELLO, Fabio MONTALTO, Concetto MONACO, Alessandro NIGRO, Giuseppe PERRICONE, Maria Chiara PIZZO, Mimma RAGONESE, Marinella SCIVOLETTO, Anna TURCO, Cinzia VIOLA, Vincenzo ZIRINO, Lelio ZUCCALA’.

In piazza Landolina, invece, ogni sera a partire dalle 22, sempre nell’ambito di NotArte, gli eventi collaterali: musica, poesia e prosa con PAPPALARDO DUO, DEBORA MARZIANO, GRUPPO TEATROWEB, IBLA MAJOR SESTETTO, GIUSI GIUNTA TRIO, SALVO CAMPISI /MAX INTURRI /MASSIMO PERNA.

“Ci sono tanti modi di visitare un luogo – dice l’assessore al Turismo Daniele Tranchida – Lo si puo’ fare da spettatori, oppure entrando in relazione con il territorio, la sua gente e la sua storia. Noto nelle prossime settimane consentira’ di fare proprio questo, mostrando ai turisti e ai viaggiatori i suoi talenti ma anche palazzi finora chiusi, incompleti e con essi il proprio “carattere” di citta’ con una forte identita’. Citta’ barocca ma dalle origini antiche e con un grande patrimonio archeologico di frammenti medievali, anch’esso in mostra in un altro interessante allestimento al museo creato nell’ex Monastero di Santa Chiara e curato da Lorenzo Guzzardi”.

Per gli amanti dell’arte, Noto offrira’ oltre ai fregi dei suoi palazzi e ai reperti archeologici anche grandi nomi dell’arte contemporanea tra cui Michele Ciacciofera (da maggio tra i pochi artisti “siciliani” presenti al padiglione iTALIA della Biennale di Venezia) , trasformandosi non solo in un Museo all’aperto e con i Musei aperti in piena estate, ma anche in un salotto en plein air. “In via Nicolaci – dice il direttore artistico di NotArte Vincenzo Medica – saranno create seat place dotate di morbidi cuscini, utili alla contemplazione dei fregi barocchi delle architetture circostanti, al riposo e alla conversazione”.

Fitto di appuntamenti anche il calendario della Rassegna Paesaggi, Parole e Musica del Circuito del Mito e collegata con Festival del Paesaggio. Teatro del cartellone: il cortile di Palazzo Nicolaci a Noto ogni sera a partire dalle ore 21.00 con “incontri culturali” e, a seguire, il momento di spettacolo. In programma: il teatro di Lucia Sardo e Mimmo Cuticchio (9 agosto), il cinema di Cipri’ e Maresco (12 agosto) ed il film di Roberta Torre direttamente dal festival di Venezia 2010 (13 agosto). Tra gli incontri: le riflessioni del giudice Antonio Ingroia insieme al Vicepresidente dell’Antimafia Fabio Granata e a Leoluca Orlando (12 agosto) intervistati dal giornalista Rai Tre Corradino Mineo; e l’appuntamento con l’Assessore regionale Mario Centorrino insieme ai giornalisti de La Repubblica Enrico del Mercato ed Emanuele Lauria e il dirigente Telecom Italia da sempre impegnato nello sviluppo regionale siciliano Salvo Mizzi (13 agosto). Questa Terra e’ Cosa Nostra, prendiamocene c ura, e’ lo slogan provocatorio voluto dal curatore, Costanza Messina, “per sdoganare – dice – un termine a cui si e’ data storica accezione negativa e che invece, con un gioco di parole, puo’ rilanciare significati legati all’affezione territoriale e alla consapevolezza culturale – spinta primaria dell’incontro tra la sperimentazione artistica e l’etica sociale che ha sempre caratterizzato il festival del paesaggio e gli eventi correlati”. Dall’11 agosto poi, la mostra “Di Miti e Di Mari” a cura di Ornella Fazzina e allestita nei locali della sezione archeologica del Museo Civico di Noto con un allestimento site-specific all’interno di locali espositivi allo stato ancora cantiere aperto dove il senso della storia mi miscela ai significati dell’arte contemporanea riproducendo un evento originalissimo nella scena siciliana e nazionale. Esposte oltre alle opere di Ciacciofera, quelle di Chicco Calleri, Piero Roccasalvo, Salvatore Ferrara, Francesco Lopes & Francesca Costanzo.