Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

6 marzo 17.02 Vertenza Servirail ex Wagon-Lits di Messina, proteste lunedì e mercoledì

Sono in continuo Stato d’Agitazione i Lavoratori Servirail ex Wagon-Lits di Messina, il Comitato costituito neanche un mese fa si sta già facendo sentire in maniera forte dalle istituzioni sia locali che nazionali, ma ribadisce che non si fermerà fin quando non vedrà la stabilità lavorativa.
I componenti del Comitato, dopo diversi incontri, hanno da giorni intrapreso una strada con tutta la dirigenza politica di Palazzo dei Leoni, in simbiosi con quella di Palazzo Zanca, che si spera nei prossimi giorni porti a conclusioni positive.

Lunedì 7 Marzo, una delegazione di componenti del Comitato sarà a Roma a presenziare insieme ai colleghi delle altre sezioni, al presidio in Piazza della Croce Rossa in sede Trenitalia,
Mercoledì 9 Marzo i componenti del Comitato saranno a Roma sotto la sede del Ministero, dove si terrà la riunione tra azienda e sindacati, e forniranno un documento contenente le loro proposte, ai sindacalisti nazionali, i quali dovranno necessariamente tenerne conto e portarlo al tavolo della trattativa.

E’ VERAMENTE INCREDIBILE che Trenitalia, azienda che produce e gestisce servizi per tutti i treni, diurni e notturni, non ritenga giusto e conveniente, anche per la stessa, integrare i lavoratori Servirail dichiarati in esubero dalla società cui è stato affidato l’appalto,
appalto illecito secondo i componenti del comitato che hanno già adito le vie legali, in quanto, aggiungono i componenti del New Comitato Servirail di Messina, la Servirail ex Wagon-Lits si limita solo a gestire i turni ed a pagare le retribuzioni, per il resto fa tutto Trenitalia che è la società committente, compreso il DARE ORDINI DIRETTAMENTE AI DIPENDENTI SERVIRAIL, quindi è la principale responsabile.
Il Comitato Spontaneo dei Lavoratori Servirail ex Wagon-Lits di Messina nasce proprio per questo motivo: CERCARE DI RESPONSABILIZZARE COLEI CHE HA LA RESPONSABILITA’, e cioè TRENITALIA, e questo, continuano i componenti del Comitato, è necessario che siano i Lavoratori UNITI, ad esporlo, perché solo chi la vive, una situazione di precarietà negli anni, può capire e quindi tutelarsi.
Il Comitato, costituito in maniera democratica, tramite un verbale contenente più dell’ 85% di firme dei lavoratori, il quale lo ufficializza, raccoglie lavoratori iscritti a tutte le sigle sindacali, questo significa che va oltre l’ideologia di ognuno.
Questa è la dimostrazione che, come si suol dire, quando si è tutti sulla stessa barca è meglio stare uniti e lottare per l’interesse comune.
Come non mai i lavoratori Servirail di Messina si sono mai sentiti così uniti per difendere il loro posto di lavoro ottenuto con tanto sacrificio.

I componenti del Comitato si dissociano da chiunque vada a dichiarare sia in sede politica, sia in sede televisiva o tramite giornali, anche on line, che i Lavoratori Servirail non hanno lo stesso Contratto dei Ferrovieri, in quanto è un’affermazione falsa.
I dipendenti Servirail ex Wagon-Lits hanno lo stesso e identico Contratto dei Ferrovieri, lo si può evincere anche dai ricorsi depositati nei tribunali.

Con tutto il rispetto dei Lavoratori facenti parte del cosiddetto “INDOTTO Ferroviario”, i componenti del Comitato ci tengono a far sapere che i Lavoratori Servirail, nonché gli Agenti dei Treni-Notte, quelli che offrono la qualità nel servizio, i quali si occupano di assistenza e accoglienza a bordo treno, svolgono mansioni strettamente attinenti a quelle del personale di bordo “Trenitalia” e non fanno parte dell’INDOTTO FERROVIARIO, come invece qualcuno ritiene, e da settimane non fa altro che ribadirlo……. ma invece loro sono UN SETTORE FERROVIARIO (NOTTE), gestito direttamente da Trenitalia.
Per questi e tanti altri motivi i lavoratori sono convinti di avere la precedenza di essere assorbiti in Trenitalia, prima che la stessa faccia anche una sola assunzione.
Sanno anche che l’operazione può benissimo avvenire nella Regione Sicilia, in quanto sono previste centinaia di assunzioni in Sicilia, evitando così anche di andare a scombussolare le famiglie dei lavoratori, che già da tempo si sentono anch’esse precarie di stabilità.

Inoltre il Comitato fa un appello a tutti i lavoratori di tutte le attività ferroviarie,
da pochi anni a questa parte si è visto solo l’abbandono del Sud, si è visto scomparire i TRENI e le NAVI dalla sera alla mattina e nessuno ha fatto nulla………….
Negli ultimi anni abbiamo visto solo TAGLI di qualsiasi genere………………………………
e da parte di tutte le figure che dovrebbero tutelarci abbiamo visto solo il solito “copia e incolla” di una serie di documenti che, cambiato il soggetto sono sempre gli stessi…………………………….
E’ ORA DI RIBELLARSI, COSTITUITE DEI COMITATI E LOTTATE UNITI INSIEME………..

Per tutto ciò narrato, il Comitato Servirail di Messina fa sapere che non avrà timore ad organizzare qualunque tipo di protesta a tutela del proprio posto di lavoro, ed assicura che non se ne starà con le mani in mano a guardare Trenitalia che li abbandona e allo stesso tempo assume migliaia di persone.