Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

6 maggio 17.27 Ponte sullo Stretto, pubblicati i bandi per la formazione

Sono aperte le selezioni per i tirocini formativi, nell’ambito della realizzazione del ponte sullo Stretto di Messina, che riguardano i laureandi delle Università di Messina e Reggio Calabria, iscritti presso le facoltà di Ingegneria, Architettura, Economia e Giurisprudenza. I Bandi sono stati pubblicati sui rispettivi siti degli Atenei ed affissi presso le bacheche dipartimentali adibite alle informazioni per gli studenti.

I tirocini sono previsti dal Protocollo per la formazione, la ricerca, il trasferimento tecnologico, l’erogazione di servizi e prestazioni strumentali alla realizzazione del ponte sullo Stretto di Messina, firmato dalla Stretto di Messina con le Università di Messina e Reggio Calabria ed i soggetti coinvolti nella realizzazione dell’Opera. 

In particolare i tirocini avranno luogo tra il mese di giugno 2011 ed il mese di novembre 2011 e prevedono un percorso formativo della durata complessiva di 4 mesi per 6 laureandi (tre per ciascuna Università). Si svolgeranno presso la Stretto di Messina, il Contraente generale Eurolink, il Project Management Consultant Parsons, il Monitore ambientale Fenice ed Anas, ognuno per le proprie competenze, sia nelle rispettive sedi per quanto riguarda gli aspetti teorici, che direttamente presso i cantieri dove operano le società ospitanti. Per quanto riguarda i ponti sospesi a grande luce è previsto uno stage presso gli uffici Statunitensi (NYC) del Project Management Consultant Parsons.

La richiesta di candidatura deve pervenire alle rispettive Università a mezzo raccomandata con ricevuta di ritorno da inviare entro e non oltre il ventunesimo giorno successivo alla data di pubblicazione del bando. I criteri di accesso e di selezione dei partecipanti sono ispirati ai principi della trasparenza, dell’imparzialità e dell’assoluta oggettività.

Ciascuna Università istituirà una Commissione di Valutazione composta di due membri interni dell’Università ed un membro individuato da Stretto di Messina. Le graduatorie di selezione saranno rese pubbliche entro il quindicesimo giorno successivo alla data di scadenza della presentazione delle candidature.   

“Si tratta di una importante occasione per i nostri giovani – ha affermato il Rettore dell’Università di Messina, Professor Francesco Tomasello. Le sinergie poste in essere hanno permesso di attivare una positiva ricaduta sulla formazione dei laureandi che potranno svolgere i loro stage e approfondire le loro conoscenze e competenze in ambito internazionale, concentrandosi su progetti di alta formazione e di ricerca scientifica in rapporto alle tematiche realizzative della infrastruttura ponte. Questo è solo il primo passo nella direzione del potenziamento dei processi formativi, dell’attivazione dei laboratori di ricerca connessi non solo alla esecuzione dell’Opera ma anche alla pianificazione del territorio e per l’avvio di un progetto di sviluppo incentrato sulla grande risorsa costituita dalle giovani intelligenze di Sicilia e Calabria”. 

“Tirocini di formazione, rapporto tra la Mediterranea e le Società impegnate nella realizzazione degli interventi per il collegamento stabile delle due rive dello Stretto, interazione tra culture d’impresa e di progetto, formazione e orientamento per gli iscritti alle Facoltà di Ingegneria, Architettura e Giurisprudenza del nostro Ateneo. Con la pubblicazione del Bando – ha dichiarato il Rettore dell’Università degli Studi Mediterranea di Reggio Calabria, Professor Massimo Giovannini – per la selezione degli studenti prende forma una iniziativa scientifica che si carica di una valenza ulteriore rispetto al ventaglio di significati che assumeranno gli studi per la realizzazione del Ponte. Una prima iniziativa, cui mi auguro ne seguiranno altre, anche di maggiore consistenza, con la quale si promuove il coinvolgimento tra l’oggetto in sé, l’aura magnetica dell’opera, la sua grande capacità attrattiva, e il movimento di idee e di esperienze scaturito dalle menti di giovani, fortemente radicati e consapevoli di abitare una condizione geografica unica e irripetibile. Uno stato di avanzamento della conoscenza, seppure piccolissimo, capace comunque di incidere nella rappresentazione materiale e mentale dei luoghi. Di offrire spunti, fare adepti, innescare discussioni e speculazioni. Questo è un altro passo con il quale le Università di Reggio e Messina, già da tempo, procedono, attraverso la volontà ed il lavoro dei propri ricercatori, verso la costituzione di un laboratorio multidisciplinare di idee e progetti, di concretezza e scientificità per promuovere una prospettiva di benessere e sviluppo che l’intera area dello Stretto persegue per storia e cultura millenarie, cuore stesso del Mediterraneo”.   

“I bandi pubblicati per la selezione di laureandi delle Università di Messina e Reggio Calabria – spiega Pietro Ciucci, Amministratore delegato della Stretto di Messina – sono un primo passo di un programma più esteso che testimonia l’effettiva volontà di fare del ponte una grande occasione di sviluppo per il territorio, non solo per i noti aspetti legati alle ricadute economiche ma anche per ampliare il patrimonio delle conoscenze. L’azione formativa infatti tiene conto dell’alta specializzazione ed innovazione che caratterizza l’insieme degli interventi previsti per la realizzazione dell’Opera sia dal punto di vista tecnico che procedurale e gestionale. In tale quadro i tirocini si propongono di consentire la maturazione di competenze e conoscenze volte ad agevolare la crescita produttiva delle due Regioni coinvolte”.