Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

6 maggio 10.37 Si conclude oggi la “II Settimana della Protezione Civile”

Si concludono oggi pomeriggio le attività dell’esercitazione della “II Settimana della Protezione Civile”, promossa nell’ambito delle attività di formazione del “Piano di Emergenza” della città di Messina. Domani sabato 7, alle 9.30, al Palacultura, dopo l’intervento del sindaco  Giuseppe Buzzanca, sarà presentato il video della esercitazione dello scorso anno e saranno consegnati gli attestati di partecipazione a Messina 2011. L’appuntamento ha visto coinvolti a vario titolo e tipologia di intervento tutti gli Enti, le Istituzioni e le Associazioni di volontariato con l’obiettivo di evidenziare eventuali criticità e fornire spunti di riflessione per la correzione dei comportamenti e per la programmazione di interventi indispensabili per il miglioramento del livello di sicurezza, nella gestione dell’emergenza sisma. L’esercitazione oggi ha interessato, con prove di evacuazione interna ed esterna, la Caserma “Crisafulli – Zuccarello” di Viale Europa, ove è stata simulato il crollo parziale di una palazzina con sgombero personale e trasporto feriti; la simulazione crollo ed esplosione di area stoccaggio materiale potenzialmente pericoloso per la salute umana ed attivazione procedure di emergenza; l’Istituto Ortopedico G.I.O.M.I. – Ganzirri con una prima verifica di agibilità delle strutture ospedaliere; la sede della sesta Circoscrizione, Centro Servizi Ganzirri, Centro Servizi Castanea; attivazione U.C.L. 6.A (località Frischia – Castanea) e attivazione U.C.L. 6.B (Papardo UNIME – Poseidon); le scuole Ganzirri, Torre Faro e Capo Peloro; l’Enel a Ganzirri con intervento con gruppo elettrogeno per ripristino erogazione energia; i Vigili del Fuoco, con intervento delle squadre fluviali per soccorso in zona lago grande di fronte Chiesa S.Nicola a Ganzirri; simulazioni di salvataggi e soccorsi dal mare a Torre Faro e Capo Peloro, e simulazioni di interventi di salvataggio con mezzi speciali. Nel pomeriggio con inizio alle 15 le esercitazioni si concluderanno alle residenze Universitarie di Papardo; al dipartimento di Ingegneria Civile; al laboratorio di Chimica Industriale; ed al laboratorio di Idraulica, con la simulazione su un modello fisico, degli effetti di un’onda anomala all’interno di bacini portuali.