Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

6 luglio 10.56 Vertenza ATM, lettera dei sindacati a Buzzanca

Sulla vertenza ATM, dura nota dei sindacati ORSA, Cub e UGL al sindaco Giuseppe Buzzanca.

“Apprendiamo dalla stampa –scrivono le tre organizzazioni sindacali- le seguenti sue dichiarazioni relative alla mobilitazione dei lavoratori ATM: “Non so di cosa si lamentino: stipendi coperti fino a ottobre….L’Amministrazione ha fatto quel che doveva, i dipendenti dell’Azienda trasporti possono stare sereni”. Queste frasi non fanno altro che confermare la scarsa considerazione che l’Amministrazione ha nei confronti delle maestranze incaricate a garantire il servizio pubblico, se Lei pensa che anche questa volta sarà sufficiente “elemosinare” ai lavoratori qualche mensilità, rischia di cadere nell’errore grossolano di chi si è convinto che ai lavoratori ATM bastano una pacca sulla spalla, una promessa da marinaio, e un centinaio di euro in banca per sedarne la rabbia e frenarne l’azione che tende a coinvolgere la cittadinanza in una vertenza che si concluderà solo quando Messina avrà un servizio di trasporto urbano entro i canoni della civiltà. Prima di essere dipendenti dell’ATM senza stipendio, siamo Messinesi con tanta dignità e un tale senso di appartenenza al territorio che non ci consentirà di abbassare i livelli del conflitto in cambio dei NOSTRI salari, un atteggiamento arrendevole ci renderebbe complici e coprotagonisti della farsa tragicomica più volte denunciata, preferiamo lasciare ad altri questi ruoli poco edificanti, questa volta la lotta dell’ATM è la lotta della città stanca delle promesse, se ne faccia una ragione!

La invitiamo a partecipare al Consiglio Comunale aperto che abbiamo richiesto appena ieri, venga a spiegare ai messinesi come intende garantire loro il diritto alla mobilità attraverso la seria organizzazione del T.P.L. e questa volta ci risparmi l’elenco dei disastri ereditati dalle precedenti legislature, le abbiamo sentite troppe volte in passato e tante volte le risentiremo in futuro. Non abbiamo eletto un Sindaco e un Consiglio Comunale per far la lista dei fallimenti pregressi vi abbiamo messo alla guida della città per risolvere i problemi. Questa volta dovrete spiegare ai cittadini il motivo per cui i bilanci presentati dall’ATM vengono bocciati sistematicamente, abbiamo la necessità di capire perché, se i bilanci non rispondo a verità, l’amministrazione non ha mai denunciato né ammonito pubblicamente chi li sottoscrive, dovrete spiegarci come fa il Comune di Messina a chiudere i propri bilanci senza ripianare gli annosi disavanzi della partecipata come la Legge prescrive. Se il malcelato obiettivo dell’Amministrazione e del Consiglio Comunale è quello di trascinare il carrozzone fino alla conclusione della legislatura e rimandare alle calende greche la soluzione, consigliamo vivamente di cambiare strategia, non lo consentiremo, i messinesi non lo consentiranno!”.