Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

7 gennaio 07.30 Filarmonica Laudamo, domani concerto dell’Astana Chamber Orchestra

Riparte domani alle ore 18 al Palacultura Antonello, nell’Auditorium concesso dall’Amministrazione Comunale alle associazioni musicali, la stagione della Filarmonica Laudamo. Ospite dell’associazione è l’Astana Chamber Orchestra, un’orchestra da camera giapponese che, giunta alla sua quinta tournée italiana, per la prima volta si esibisce in Sicilia. Nell’antica lingua della Mongolia la parola “Astana” significa “Oasi sulla via della seta”, nome dato alla strada carovaniera che collega l’Oriente all’Occidente, favorendo gli scambi commerciali e culturali. L’orchestra ha scelto di darsi questo nome in quanto, pur padroneggiando vasto repertorio che va dal Barocco alla musica contemporanea, si dedica modo particolare alla diffusione della musica giapponese antica e moderna. L’Astana Chamber Orchestra è composta da strumentiste d’arco in possesso di titoli di studio conseguiti in Giappone, America, Germania e Francia. Nella sua città, Yokohama, terza metropoli giapponese per numero di abitanti, è promotrice di molte iniziative didattiche e concertistiche. Il complesso si è esibito in Europa, Canada, Australia su invito di prestigiose istituzioni culturali. Alla Filarmonica Laudamo suonerà da solista con l’Astana Chamber Orchestra ne “Le Stagioni” di Vivaldi, la giovanissima violinista Masha Diatchenko, la cui carriera artistica è iniziata sotto gli auspici di Uto Ughi ed Ennio Morricone. Masha Diatchenko, nata a Roma nel 1994 da genitori russi, è figlia d’arte di settima generazione. Appena dodicenne ha eseguito in concerto, in una sola serata, tutti i Capricci di Paganini di cui recentemente ha effettuato l’incisione discografica. Per le sue doti non comuni si è affermata in molti concorsi internazionali e ha vinto il Primo Premio con Menzione Speciale di Merito alla Rassegna degli Archi di Vittorio Veneto.