Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

7 agosto 08.13 Circuito di Epicarmo, “Le Troiane” a Tindari

“Pathos. La tragedia delle Troiane” questa sera alle 21 in scena al Teatro Greco di Tindari. Applaudito per 15 minuti al Ravenna Festival con l’ultima sublime interpretazione dell’attrice catanese Mariella Lo Giudice, lo spettacolo apre ufficialmente il Circuito Epicarmo, diretto da Filippo Amoroso. Un evento realizzato con la prestigiosa collaborazione artistica del Ravenna Festival, dell’Accademia Nazionale di Danza e del Teatro dei Due Mari. Pathos, La tragedia delle Troiane, giorno 8, sara’ in scena a Palermo, a Villa Pantelleria, e quindi, il 9, al Baglio Di Stefano di Gibellina. A seguire, repliche al Teatro Greco di Morgantina (Aidone, 11 agosto), al Teatro Greco di Acre (Palazzolo Acreide, il 12) e nell’Area Archeologica di Giardini Naxos (il 13).

Il Circuito Epicarmo, giunto al suo secondo anno di vita, e’ sostenuto dalla Regione Siciliana (Assessorato al Turismo e Assessorato Beni Culturali).

Un ritorno alle origini e alla memoria del teatro, quest’ultimo lavoro del coreografo Micha van Hoecke, geniale interprete del “teatro danza europeo, dove si confondono la musica, il canto e la recitazione in una forma d’arte totale, un atlante fantastico della coreografia occidentale”, come lo definisce il critico Leonetta Bentivoglio.

Protagonista principale, nel ruolo di Ecuba, regina e madre, un geniale maestro del gesto che disegna e da’ nuova vita allo spazio, ovvero Lindsay Kemp, fra i piu’ immaginifici e provocatori artisti teatrali degli ultimi decenni.

Nel cast l’attrice toscana Silvia Budri e le storiche danzatrici dell’Ensemble di van Hoecke a cui si aggiungono per l’occasione cinque allieve dell’Accademia Nazionale di Danza.

Danza e parola, gesto e musica: e’ nell’intreccio quasi simbiotico dei diversi linguaggi che si muove ancora una volta

l’inesausta vena creativa di Micha van Hoecke. Il tema della perdita e del dolore incombe sulla tragedia ‘Le Troiane’, che si svolge dopo la caduta di Troia e alla fine dei dieci anni di guerra sanguinosa che l’hanno devastata. Per questo il palcoscenico di questa nuova versione di Micha van Hoecke, calato in un’ambientazione atemporale e priva di qualsiasi connotazione storica o geografica (la scenografia e’ di Renzo Milan, i costumi sono della stilista siciliana Marella Ferrera ed e’ David Haughton, gia’ memorabile attore del gruppo di Lindsay Kemp, a curare le luci), presenta un paesaggio cimiteriale distillato quasi fino all’astrazione, ma dove sono comunque riconoscibili delle lapidi. Stagliandosi fuori dall’ombra che la risucchiava, si manifesta a un tratto Ecuba, grande regina e madre, ed eroina dolente che ha ormai perduto tutto: il marito, i figli, la pro pria citta’… e’ con il ruolo di questa impressionante sovrana che Micha ha voluto incoronare Lindsay Kemp, uomo-donna dalle carismatiche movenze.

La colonna sonora registrata comprende estratti di Xenakis, Hadjidakis e Berlioz (pezzi della monumentale opera ‘Les Troyens’), e in alcuni momenti e’ punteggiata da interventi dal vivo da Giuliano Gabriele, musicista del gruppo di Ambrogio Sparagna, suonatore di zampogne, tamburi e organetto.

‘Pathos’e’ una coproduzione del Ravenna Festival, Accademia Nazionale della Danza, Festival Teatro Dei Due Mari, ed e’ realizzato in collaborazione con il Teatro Stabile di Catania.

La realizzazione delle scenografie e’ firmata dalle falegnamerie palermitane Conigliaro, le maschere sono state realizzate dalla scuola di scenografia della AABB di Palermo.

Prima di ogni rappresentazione in programma, il direttore Filippo Amoroso e l’attore Andrea Silva introdurranno al pubblico la figura di Epicarmo, al quale il Circuito e’ intitolato.