Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

5 settembre 15.33 Manovra, Armao: “Colpire gli evasori scudati per tutelare i servizi”

“Il recupero dei tagli a Regioni ed enti locali passa da scelte serie ed eque. Il Parlamento abbia il coraggio di privilegiare i cittadini onesti rispetto agli evasori ingrassati dallo scudo fiscale (quasi tutti residenti nel nord Italia), che hanno approfittato pagando solo il 5% di tributo (in Germania o nel Regno Unito si paga il quadruplo), quasi un quinto di quel che paga il piu’ povero dei contribuenti italiani su quello che porta a casa col suo lavoro”.

Cosi’ l’assessore all’economia Gaetano Armao all’uscita dell’incontro di oggi con i capigruppo del Senato, delle Regioni insieme a Province e Comuni.

“Abbiamo ribadito – ha precisato Armao – anche nell’incontro di oggi la necessita’ di rivedere drasticamente l’impatto della manovra bis adesso approvata in Commissione. Anche se non sara’ possibile azzerare del tutto i tagli previsti sulle autonomie, e’ indispensabile che questi siano comunque rivisti, per attenuare l’impatto negativo sui servizi ai cittadini e sugli investimenti, che renderanno recessiva questa manovra”.

“Non intendiamo – ha aggiunto l’assessore – sottrarci alle nostre responsabilita’ e daremo il nostro contributo, ma solo dopo che lo Stato avra’ fatto la sua parte. Ritengo – ha concluso Armao – che ci sia ancora il tempo per intervenire su questa manovra evitando che a pagare siano sempre i soliti noti: ceti piu’ deboli e regioni meridionali, precludendo investimenti ormai indispensabili”.