Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

5 settembre 10.12 “Mille e Una Vela per l’Università”, oggi il varo di Unocinquezero

Grazie a un accurato lavoro di progettazione, ad una paziente opera di costruzione ed all’affiatamento di un team di allievi ormai collaudato, l’Ateneo messinese, anche quest’anno, è in grado di presentare al pubblico una nuova barca da regata. Il varo della deriva avverrà domani alle 18 presso il circolo del Tennis e della Vela di Messina.
La barca, che verrà battezzata col nome Unocinquezero, è stata pensata per sfidare gli altri Atenei, italiani ed esteri, in quella che ormai si può definire una “classica” degli appuntamenti universitari: il progetto “Mille e Una Vela per l’Università”.
La manifestazione giunge ormai alla quarta edizione cercando di rinnovarsi con un nuovo campo di regata, le acque di Mondello (PA), ed un nuovo regolamento che lascia ancora maggior spazio all’impiego di materiali naturali ed alla manualità degli studenti. Ed è in questa linea che gli allievi peloritani hanno deciso di adottare una costruzione tipo sandwich con core in balsa e pelli realizzate con fibre di lino, un materiale vegetale altamente innovativo per il settore nautico.
Il nome della barca, unocinquezero, nasce dalla volontà di studenti e docenti, ed in particolare del Prof. Ing. Eugenio Guglielmino, responsabile d’Ateneo del progetto, e dell’Ing. Filippo Cucinotta, team manager, di dedicare la deriva al centocinquantesimo anniversario dell’Unità d’Italia, un evento che ben incarna lo spirito di unità, confronto e lealtà sportiva che anima il progetto universitario.
Le regate si svolgeranno nelle acque di Mondello (PA) dall’8 al 10 settembre.