Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

5 luglio 09.01 Progetto Mistral, la FP Cgil: “Attribuiti incarichi ad personam. Si revochi la determina”

Si è tenuto ieri, presso il salone delle bandiere l’incontro tra la delegazione di parte pubblica e le OO.SS. per dicutere della determona adottata dal Sindacodi Messina Buzzanca con il quale si costituisce un gruppo di lavoro  per  la realizzazione del progetto Mistral.  
“La Giunta Municipale – spiega Clara Crocè Segretario Generale della FP CGIL-di giunta con delibera n. 760 dell 01.09.2010, ha autorizzato il Sindaco Buzzanca , a costituire quale capofila una associazione temporanea di scopo,per la realizzazione del progetto sperimentale per l’inclusione sociale di soggetti in condizioni di svantaggio .Nel progetto  denominato Mistral,finanziato dalla Regione Sicilia  Assessorato alla Famiglia, risultano coinvolti anche altri Enti Pubblici quali: l’Università di Messina, l’ ESA, Ispettorato Ripartimentale delle Foreste, alI’ITS Antonello di Messina , L’Azienda Speciale Magazzini Generali e servizi alle Imprese della Camera di Commercio e il Comune di Malfa. 
 
Il Sindaco Buzzanca, con successiva determina sindacale  – continua Clara Crocè –  utilizzando un metodo di selezione  tristemente noto “ad intuiti personae ” ha affidato l’incarico di realizzazione del progetto  a tre dipendenti  nelle seguenti misure:
  1. Ai due dipendenti di categoria  D , il Sindaco riconosce  un compenso aggiuntivo per l’attività svolta, parametrato  alla indennità di posizione  prevista dall’art. 10 del CCNL ,, pari a   pari a 10.500,00 lorde, compesi di contributi  a carico dell’Ente ,per 13 mensilità ;
  2.  Al dipendente di categoria B, il   Sindaco ha riconosciuto la retribuzione spettante allo stesso  per prestazioni di lavoro straordinario ,pari a 10.150,00.
La FP CGIL ha richiesto l’immediata revoca della determina adottata dal Sincaco in  violazione delle norme contrattuali e delle relazioni Sindacali- continua Clara Crocè- si precostituiscono posizioni organizzative “ad personam “. Quali criteri ha individuato il Sindaco per la selezione dei tre dipendenti ? Quante ore di straordinario vengono distribuite e sottratte alla contratazione sindacale?  Come viene attestata la presenza e il lavoro svolto dagl stessi? A quanti istituti contrattuali accedono gli stessi dipendenti? . ISi mortificano le professionalità interne, i dipendenti comunali  da anni  attendono le posizioni organizzative  ma  evidentemente per il Sindaco Buzzanca ,per parafrasare Orwell, ci sono dei lavoratori che sono “più uguali degli altri”.
Ci dicono che le casse comunali sono esigue, ancora  non è stato costituito il fondo  per il salario accessorio, i lavoratori non  percepiranno neanche la semestralità  del salario accessorio. Il Sindaco revochi la determina  e dia disposizioni per la costituzionedel fondo dei dipendenti  . Di contro sarà inevitabile la proclamazione dello stato di agitazione dei lavoratori”.