Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

5 aprile 13.11 Due altorilievi della Palazzata al Palacultura di viale Boccetta

La direzione del Museo interdisciplinare regionale Maria Accascina di Messina ha comunicato al commissario straordinario Luigi Croce l’autorizzazione per la concessione in deposito esterno di due opere d’arte in materiale lapideo, che saranno sistemate all’ingresso del Palacultura di viale Boccetta.

Si tratta di due altorilievi scultorei, le Vittorie alate, alte circa due metri e mezzo, in pietra calcarea, provenienti dall’ottocentesca Palazzata ed in particolare dall’antica sede Municipale, che con l’assenso della direzione generale dell’Assessorato ai beni culturali e dell’identità della Regione siciliana saranno sottoposte al restauro dall’Amministrazione comunale, condotto sotto l’alta sorveglianza del Museo regionale di Messina, non appena la stessa Regione accrediterà le somme già concesse.

In occasione della programmazione regionale 2007-2013 l’Amministrazione comunale aveva proposto un progetto sulle linee di intervento dedicate alla cultura, per una ulteriore valorizzazione e completamento della Galleria del Palantonello, mediante la realizzazione di sistemi multimediali per migliorare la proposta didattica espositiva.

Nel progetto, ammesso a

finanziamento, si era anche inserito il restauro dei due pezzi lapidei del Museo regionale, indicati nel 2008, dopo le intese operative delineate. Le due vittorie alate arricchiranno l’accesso esterno del Palacultura, ove sulla facciata due anni fa sono stati posizionati due pannelli artistici in bronzo, con i bassorilievi raffiguranti una libera riproposizione del dipinto San Girolamo nello studio di Antonello da Messina ed una interpretazione artistica con richiami alla cultura, al lavoro fisico ed intellettuale.

Il Palacultura è divenuto struttura di interesse collettivo per momenti di aggregazione e socializzazione, per ospitare eventi ed attività per lo sviluppo e la diffusione, in particolare, delle arti grafiche, letterarie e musicali e di tutte le espressioni artistiche.

Flessibile nei suoi spazi funzionali, fra loro collegati anche da superfici aperte alla città ed alla fruizione dei cittadini, il Palacultura è una struttura che si configura quale polo di attrazione delle attività culturali della città ed al contempo fulcro di irradiazione per iniziative e manifestazioni che ne investono i campi più vasti e più vari della vita sociale e culturale.