Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

5 aprile 11.10 Occupazione aula ex chimica, nota dell’Ateneo

In riferimento alla recente protesta di alcuni studenti, si ritiene necessario chiarire quanto segue:
L’aula ex Chimica è stata occupata nel mese di gennaio da uno sparuto gruppo di studenti, 15-20 circa, e 3-4 ricercatori, che si sono autonominati “Unime in protesta”.
Nel corso di questi mesi si è cercato, in numerose occasioni, di richiamare i suddetti studenti all’esercizio del buon senso, essendosi resa necessaria l’aula occupata per le attività didattiche programmate dalla Facoltà di Giurisprudenza ed iniziate nel mese di marzo u.s..
Purtroppo gli appelli sono rimasti inascoltati. La persistenza di una tale situazione anomala ha configurato la interruzione di un pubblico servizio.
Pertanto, nella giornata di lunedì si è fatto ingresso nell’aula suddetta, trovandola in uno stato di avanzato degrado, tanto da dover richiedere una pulizia straordinaria. Non può sfuggire il fatto che il ripristino delle normali funzioni istituzionali è un obbligo primario dell’Amministrazione Universitaria anche se non può essere confuso con l’idea che venga impedito l’esercizio della democrazia. In un luogo pubblico il libero dibattito è consentito nella misura in cui il luogo prescelto non sia deputato, come nella fattispecie, ad altre funzioni essenziali della Istituzione pubblica.