Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

4 agosto 21.32 ATM, dopo il vertice a Palermo la Fit Cisl pronta allo sciopero

“Chi aveva pensato che la Regione si sarebbe fatta carico dell’attuale disastro dell ATM si sbagliava di grosso. Così il
segretario generale della Fit Cisl di Messina Enzo Testa, il responsabile mobilità Michele Barresi e il segretario aziendale del’Atm Lillo Sturiale dopo l’incontro con il Direttore generale del Dipartimento Mobilità e Infrastruttura dott. Falgares. “E’ emerso a chiare lettere – spiegano Testa, Barresi e Sturiale – che l’Atm ha avuto e continuerà ad avere solo il dovuto. Lo sbandierato emendamento per i contributi del periodo 2003/09 dell’esercizio tranvia viario non risulta essere stato tramutato in legge. A questo punto – sostengono i rappresentanti della Fit Cisl  bisogna rimboccarsi le maniche e smetterla con gli stucchevoli teatrini della politica che ha dimostrato scarso senso di responsabilità attraverso continui rinvii della problematica che hanno peggiorato la situazione aziendale in
termini di costi e di servizi”.

Per la Fit Cisl occorre approvare i bilanci e trovare i 18 milioni necessari per arrivare a fine anno ma, contestualmente è altrettanto importante, e’ necessario “avviare subito un serio progetto di efficientamento che come Cisl chiediamo da anni e, guarda caso, oggi è posto come vincolo pregiudiziale anche da parte della Regione.
Considerato che – concludono Testa, Barresi e Sturiale – ormai non possono più esistere alibi per nessuno, in assenza di immediate e concrete risposte da parte dell’amministrazione comunale, la Fit Cisl considera chiuse negativamente le procedure di raffreddamento già attivate preparandosi sin da oggi alla mobilitazione della categoria per una prossima azione di sciopero”.