Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

31 maggio 12.06 Presentata la riorganizzazione del sistema tributario del Comune

La Giunta municipale ha approvato lo schema di regolamento per la definizione agevolata degli atti impositivi delle liti fiscali pendenti e dei carichi di ruolo pregressi. Approvata inoltre la presa d’atto dello schema del regolamento della riscossione spontanea diretta della tassa dello smaltimento dei rifiuti solidi urbani. I provvedimenti relativi al riordino del sistema tributario locale, sono stati illustrati stamani, nel corso di una conferenza stampa tenutasi a palazzo Zanca, dal sindaco di Messina Giuseppe Buzzanca e dall’assessore alle Politiche Finanziarie Orazio Miloro. Sottolineato l’obiettivo degli atti adottati finalizzati ad una riorganizzazione strutturale del sistema tributario locale. All’incontro hanno preso parte il dirigente capo area coordinamento tributaria, dott. Romolo Dell’Acqua, l’esperto del sindaco in materia di tributi, avv. Gianfilippo Ceccio, ed il componente il Collegio di difesa, avv. Nino Parisi. Attraverso i provvedimenti si contribuirà a dare maggiore attuazione delle finalità e degli obiettivi dell’Amministrazione Comunale in materia tributaria e fiscale, nel rispetto della legislazione vigente. “La proposta deliberata dalla Giunta Buzzanca – ha detto l’assessore alle politiche finanziarie di Palazzo Zanca, Orazio Miloro, – ha lo scopo di razionalizzare il servizio e le modalità di gestione e pagamento delle imposte e tasse comunali. Si è approvato un apposito regolamento comunale – che adesso passerà al vaglio del Consiglio Comunale – per procedere alla riscossione spontanea diretta anche per quanto riguarda la TARSU. Termina così il rapporto convenzionale, decennale, con la Serit Sicilia S.p.A. L’obiettivo – ha ribadito Miloro – oltre che proseguire nel percorso di risanamento economico-finanziario dell’Ente internalizzando servizi, è quello di consentire al cittadino un rapporto sempre più facilitato e, al tempo stesso, agevolato sia da un punto di vista di interlocuzione che nel merito dei rapporti. Questi i principali punti innovativi: creazione di un portale telematico dedicato al Dipartimento Tributi attraverso il quale, fra l’altro, il cittadino/utente potrà registrarsi e aprire la propria posizione, attivazione di un call center, istituzione di un servizio di front office per informazioni ed assistenza, che saranno forniti anche attraverso e-mail e con giornate dedicate interamente ai Caf ed agli Ordini professionali. Proprio in linea con questo ragionamento, ed al fine di contribuire con strumenti concreti ad alleviare i disastri provocati dalla attuale crisi economica – sempre su proposta dell’assessore Miloro – la Giunta ha approvato il regolamento per la definizione agevolata degli atti impositivi delle liti fiscali pendenti e dei carichi di ruolo pregressi, che adesso passerà al vaglio del Consiglio Comunale. “Anche in questo caso – ha spigato Miloro – le Istituzioni hanno il preciso dovere – nel rispetto delle norme di legge – di contemperare le esigenze di prelievo legate alla funzione pubblica con le istanze provenienti da una collettività ormai fiaccata dalle quotidiane vicissitudini a tutti note. In questi anni particolarmente critici non tutti hanno avuto la possibilità concreta di regolarizzare la propria posizione fiscale e la politica ha il dovere di fare quanto legittimamente possibile per sostenere il reddito di una comunità in sofferenza. Per altro verso – ha infine detto Miloro – la lotta all’evasione fiscale e l’azione efficiente di riscossione manterranno la rotta tracciata fin dall’inizio, incrociando le banche dati comunali con le utenze energetiche e, così, facendo emergere le sacche di evasione che rappresentano la prima causa della gravosa pressione tributaria locale”. Adesso entrambi i provvedimenti passeranno al vaglio del Civico Consesso. L’esecutivo ha anche esitato la delibera con le tariffe della tassa di smaltimento dei rifiuti solidi urbani, secondo quanto deliberato dal Consiglio comunale con provvedimento 18/C nella seduta del 27 febbraio 2012.