Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

30 maggio 18.01 Allarme ambientale a Milazzo, disponibilità dell’Ordine degli Ingegneri per la valutazione dei dati

Ancora una volta il Consiglio Comunale di Milazzo si occupa di tematiche ambientali. L’occasione è fornita dalla proposta del consigliere Gitto di dichiarare il Comune di Milazzo area denuclearizzata.

Come al solito si susseguono vari e molteplici gli interventi, con i quali i consiglieri esprimono l’allarme che si percepisce in Città per il progressivo incremento di patologie a prognosi infausta, riconducibili all’inquinamento ambientale.

La zona di Milazzo, si evidenzia, è già dichiarata area ad alto rischio, e pertanto, nell’ipotesi di un impianto nucleare in Sicilia, sarebbe tra i siti prescelti per un tale tipo di intervento.

“Non possiamo lasciare che la nostra Città, già gravemente offesa dall’inquinamento, subisca ulteriori aggressioni attraverso l’impianto di apparati che, per la loro pericolosità oggettiva e per le emissioni di agenti inquinanti di varia natura, possono considerarsi veri e propri ordigni”. Così il consigliere Salvatore Italiano ha inteso richiamare l’attenzione dei colleghi sulla inderogabile necessità di procedere alla votazione

della posposta in discussione, mentre alcuni colleghi ponevano come condizione al loro assenso il contestuale diniego all’impianto ad idrogeno di prossima esecuzione da parte della raffineria. “A tal proposito – ha insistito Italiano – sarebbe utilissimo valersi della consulenza di esperti al di sopra delle parti, di cui occorrerebbe richiedere la nomina ad organi istituzionali quali l’Ordine degli Ingegneri, per avere finalmente contezza di quanto accade quotidianamente sotto i nostri occhi, senza che, purtroppo, se ne avverta la reale portata”.

Il Consigliere ha quindi ricordato che, già da tempo, l’ing. Santi Trovato, presidente dell’Ordine degli Ingegneri di Messina si è dichiarato disponibile a mettere a disposizione del Consiglio una equipe di professionisti, onde fornire il necessario supporto tecnico alla commissione consiliare competente, senza che però l’organo consiliare si sia giovato di tale opportunità.

L’Ordine degli Ingegneri venuto a conoscenza della discussione, conferma la disponibilità ad offrire la propria esperienza alla Commissione Consiliare Comunale competente, qualora la stessa Commissione Consiliare ne faccia richiesta.