Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

3 ottobre 13.50 Licenziamenti Servirail, nota della CGIL

“Ancora una dimostrazione, se ce ne fosse bisogno, di come Matteoli e il Governo nazionale continuino a prendere in giro Messina e i messinesi”. Così il segretario generale della Cgil di Messina Lillo Oceano sulla vicenda Servirail. “Cosa ne è stato degli impegni assunti contro i tagli e il ripristino delle condizioni ex ante? Chi si occupa di difendere e far valere i diritti dei nostri lavoratori e dei nostri cittadini?”. Prosegue il sindacalista che torna ad attaccare, oltre al Governo nazionale, azionista unico di FS, i due principali rappresentanti istituzionali della provincia, Ricevuto e il sindaco del comune capoluogo, Buzzanca. Oltre alle lettere di licenziamento già fatte pervenire da Servirail ai propri dipendenti, la Cgil denuncia un ulteriore elemento che sottolinea la strategia di FS.  Servirail infatti ha già annunciato che non intende partecipare alla gara indetta da FS per la gestione del servizio cuccette e vagoni letto perché a condizioni non remunerative. E tranne 2 vagoni sul treno per Roma della sera, da mercoledì prossimo non ci saranno più vetture letto a collegare la Sicilia con il continente. “Una situazione inaccettabile per le gravi conseguenze su utenza e lavoro. Non la pensano evidentemente i nostri amministratori così che continuano a confidare nel governbo amico e nei ministri amici”.  

“Se si continuano a tagliare servizi e collegamenti come potremo sperare di rimettere in piedi la nostra economia, le aziende e uscire dalla crisi?”, conclude Oceano.