Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

29 agosto 16.56 Formazione e lavoro, la Regione stanzia 10 milioni di euro

L’assessorato della Famiglia, delle Politiche sociali e del lavoro ha stanziato dieci milioni di euro, provenienti dall’asse III – Inclusione sociale del Fondo sociale europeo, per la formazione, l’orientamento e l’inserimento lavorativo di circa cinquecento fra disabili e disoccupati di lungo periodo.

Il relativo avviso, pubblicato il 26 agosto scorso sul sito del Dipartimento, prevede che i beneficiari delle azioni progettuali – che dovranno essere presentate da enti di formazione accreditati e da almeno una impresa con sede legale o con una unita’ operativa in Sicilia che assicuri lo sbocco occupazionale – siano per il 75 per cento persone con disabilita’ fisica e/o mentale e psichica e per il 25 per cento disoccupati o persone che abbiano perso il lavoro da almeno 24 mesi.

I progetti dovranno prevedere un percorso di formazione, orientamento e work experience della durata minima di 600 ore fino ad un massimo di 1200 ore, ma complessivamente la formazione e l’orientamento non potranno superare il 30 per cento dell’intervento complessivo, in modo da favorire il reale inserimento lavorativo.

“Con questo provvedimento – ha affermato l’assessore Andrea Piraino – riteniamo di avere creato le condizioni per un effettivo incontro fra le aspettative di lavoro delle categorie svantaggiate e le esigenze di produttivita’ delle aziende che spesso preferiscono pagare la multa prevista dalla normativa vigente piuttosto che rispettare le quote obbligatorie di dipendenti disabili. Garantendo un percorso di formazione specialistica e di work experience in azienda a carico dei fondi europei, metteremo le imprese in grado di rispettare la legge senza perdere in competitivita’ e, soprattutto, daremo una prospettiva reale di lavoro a disabili e a disoccupati di lungo termine”.

Per accedere al finanziamento dei progetti, le imprese partecipanti dovranno infatti impegnarsi ad assumere a tempo indeterminato almeno il 70 per cento dei lavoratori che concluderanno il percorso di formazione e work experience: qualora l’impegno non fosse mantenuto, l’amministrazione regionale potra’ recuperare le somme erogate attraverso la polizza fideiussoria che dovra’ essere presentata contestualmente al progetto.

Le istanze progettuali da compilare utilizzando l’apposito modello pubblicato in allegato all’avviso, sul sito del Dipartimento Famiglia e Politiche Sociali, potranno essere presentate a partire dal prossimo 15 settembre e saranno esaminate a sportello, seguendo l’ordine cronologico di presentazione, con una graduatoria ogni 30 giorni, a partire dalla data di pubblicazione dell’avviso sulla GURS, fino ad esaurimento dei fondi disponibili e comunque non oltre il 30 dicembre 2011.