Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

28 ottobre 18.06 Teatro, prorogato al 30 novembre il termine per aderire a Tirsi

E’ prorogato al 30 novembre 2011 il termine dell’invito rivolto ai teatri medio piccoli per manifestare la propria disponibilita’ ad aderire al circuito teatrale denominato Tirsi

I teatri siciliani avevano tempo fino al 31 ottobre per manifestare la propria volonta’ di adesione al costituendo circuito regionale dei teatri intermedi, denominato Tirsi. La costituzione del circuito regionale in forma di consorzio, a cui possono aderire in maniera volontaria le strutture teatrali gia’ attive, o attivabili in tempi brevissimi, ha per obiettivo il coordinamento della circuitazione degli spettacoli a livello regionale. Ora, considerata la necessita’, soprattutto per citta’ d’arte, di avvalersi di poli aggregativi teatrali esistenti e operanti, insieme alla proroga sono fissati anche nuovi criteri e si chiariscono alcuni punti che avevano sollevato qualche perplessita’ fra gli operatori del settore.

Per prima cosa, scende il limite di un minimo di 100 posti ed e’ fissato a 50. Inoltre, ritenendo meritevoli le considerazioni e le osservazioni degli operatori di settore, e’ diminuito anche il limite delle giornate di attivita’ previste, che passano a 60, comprensive sia degli spettacoli in senso stretto sia dei laboratori di formazione. Restano escluse le giornate da destinare alla prove.

Dal momento che l’iniziativa intende incentivare la diffusione della cultura teatrale in Sicilia e, in particolare, si propone di creare un circuito di distribuzione teatrale che metta in rete la produzione delle compagnie regionali, e’ previsto che all’interno delle 60 giornate si dovra’ prevedere l’attivita’ di compagnie teatrali siciliane e, in misura prevalente, la drammaturgia contemporanea e sperimentale.

L’adesione al consorzio e’ particolarmente attraente per i piccoli teatri che magari non sono nelle condizioni economiche per attivare un proprio cartellone e che cosi’ potranno utilizzare in modo piu’ costante le sale e sfruttare sinergicamente spettacoli gia’ prodotti da soggetti terzi, offrendoli a costi ridotti agli altri teatri aderenti al consorzio.

Tramite l’adesione al consorzio, sara’ inoltre possibile accedere agli incentivi per la formazione di operatori teatrali, e per seminari teatrali con le somme che la regione dovesse reperire.

L’iniziativa dell’assessore al Turismo, Daniele Tranchida, nasce dalla considerazione che i teatri di piccola e media dimensione, soprattutto quelli di provincia, spesso sono usati in misura assai ridotta, a causa degli elevati costi di gestione, mentre, con una maggiore continuita’ nella organizzazione del calendario scenico e promuovendo una piu’ costante utilizzazione, si puo’ salvaguardare un patrimonio di elevato valore storico e architettonico.

Con la creazione del consorzio, inoltre, sara’ possibile promuovere e diffondere le opere di autori locali, incoraggiando, fra l’altro, il fenomeno autore-attore. La partecipazione al consorzio consentira’, inoltre, di potere fruire a costo zero, delle iniziative direttamente promosse dall’assessorato fra cui, ad esempio, quelle rientranti nel Circuito del Mito.

Le modalita’ di associazione saranno definite con un successivo decreto assessoriale. Va comunque precisato che l’adesione al circuito non incide in alcun modo sulla autonomia artistica, organizzativa e funzionale dei teatri aderenti.