Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

28 marzo 11.06 Chiude l’Agip Caffè Divieto nord, la CGIL: “Evitare i licenziamenti”

La Filcams Cgil di Messina interviene nella vicenda dell’Agip Caffè di Divieto nord, chiuso da sabato scorso in seguito ad un’ordinanza comunale eseguita dai vigili urbani che hanno posto i sigilli al locale, sollecitando tutte le parti e in particolare quelle istituzionali, a una gestione della vicenda attenta alla questione occupazionale.

“Non entro nel merito della questione che ha portato all’apposizione dei sigilli al Punto ristoro ma ciò che preme alla Filcams sono i 12 licenziamenti. Per questo -spiega Carmelo Garufi, segretario generale della Filcams Messina, la categoria della Cgil che segue il settore commercio e ristorazione-, spero che tutte le parti, in particolare il Comune di Villafranca, sappiano gestire la vicenda senza rigidità e con una particolare attenzione alla questione occupazionale che è la più grave, dal momento che il gestore del Punto ristoro ha già annunciato il licenziamento del personale vista l’impossibilità di lavorare”.

Stando infatti a quanto riportato dagli organi di informazione, sulla vicenda sono in atto una serie di provvedimenti non definitivi che attendono di essere vagliati dai competenti organi. “Stando a quanto riportato dalla stampa, sembra di assistere più a una querelle tra parti, querelle che oggi sta concretamente e pesantemente penalizzando solo i 12 lavoratori che verranno licenziati- osserva Garufi-. In attesa di provvedimenti definitivi che facciano chiarezza sulla vicenda, il sindacato chiede espressamente tanto al Comune di Villafranca quanto al gestore di individuare un percorso e una gestione della vicenda che eviti i licenziamenti”.