Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

28 giugno 10.25 ATM, ORSA, Cub e Ugl dichiarano lo stato di agitazione

Continua il braccio di ferro sull’ATM. ORSA, Cub e Ugl dichiarano lo stato di agitazione. Di seguito la lettera scritta ai vertici dell’azienda e dell’amministrazione comunale. “Nonostante le scriventi OO.SS. abbiano più volte evidenziato e denunciato il declino dell’ATM che inesorabilmente sta privando la cittadinanza di un Servizio essenziale quale è il T.P.L. ed il contestuale grave disagio in cui si dibattono i lavoratori ancora privi dello stipendio .

Inquietante  risulta essere la totale assenza del benché minimo spiraglio risolutivo , solo  chiacchiere di corridoio , solo strumentali proclami utili ad alimentare false speranze.

Il cupo immobilismo che contraddistingue da tempo sia l’Amministrazione Comunale e Regionale che l’intera classe politica cittadina nonché la deputazione Regionale e Nazionale rischia di far esplodere, amplificata dall’ovattato silenzio istituzionale,  la rabbia dei lavoratori esasperati.

Aberrante è la situazione che si delinea all’orizzonte, sono gli stessi lavoratori impegnati a garantire la mobilità cittadina a ritrovarsi nella paradossale necessità di dover usufruire di quel servizio che loro stessi sono chiamati ad espletare, sono altri i soggetti che con il loro modus operandi si rendono responsabili di interruzione di servizio pubblico, non i lavoratori.

Per quanto sopra esplicitato le scriventi OO.SS. con la presente, a norma della vigente normativa, dichiarano lo stato di agitazione di categoria e ritengono attivate le previste procedure di raffreddamento.

In caso di esito negativo attiveranno la successiva quanto consequenziale azione di sciopero”.