Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

28 gennaio 10.19 Via Artiglieria, Cacciotto (III circoscrizione) chiede l’intervento urgente per la bitumazione dell’intera via

Il consigliere Udc della III Circoscrizione, Alessandro Cacciotto, chiede al Commissario straordinario Luigi Croci e agli organi competenti, di intervenire urgentemente alla messa in sicurezza di via Artiglieria, e in particolare di provvedere alla scarifica e bitumazione dell’intera arteria utilizzando, eventualmente, i fondi ecopass.

“Già l’ 8 Dicembre 2012, l’odierno consigliere circoscrizionale, aveva  scritto  per raccontare lo stato pietoso in cui versa la via Artiglieria, con profonde crepe,  ma soprattutto con un evidente rischio pubblica incolumità.” scrive Cacciotto “La risposta di Palazzo Zanca è stata quella di “coprire” con un po’ di asfalto le buche che tuttavia, alle primissime piogge di questi giorni, non soltanto sono riapparse, ma addirittura il manto stradale si presenta ancor più massacrato. Per completezza espositiva, in data 12 Gennaio 2013, il Corpo di Polizia Municipale Distretto Sud, ha fatto pervenire alla Terza Circoscrizione, per conoscenza, missiva attestante un sopralluogo della lunga strada, elencando le anomalie riscontrate: dalla presenza di buche allo sprofondamento della sede stradale.”

“Via Artiglieria è una strada ad altissimo rischio pericolosità, non ci sono altri termini per raccontare lo stato dei luoghi: una pericolosità intrinseca (perché

la strada è particolarmente stretta, perché in alcuni punti la curva è cieca, perché manca un marciapiede, perché la pubblica illuminazione è scarsa), accentuata a dismisura dalle condizioni dell’asfalto” prosegue il consigliere “In questi ultimissimi giorni molti utenti della strada, sono impattati in incidenti, che hanno il più delle volte cagionato per fortuna solo danni ai mezzi (molti pneumatici sono andati distrutti).

Gli automobilisti tuttavia hanno minacciato di agire legalmente contro il Comune e chiedere il risarcimento del danno, con conseguenze ben comprensibili verso le casse comunali non particolarmente rigogliose. Non è più possibile attendere, ovvero non è più possibile accontentarsi di qualche ricolmo buche che alle prime piogge porta via l’asfalto come un soffio. Non si può più rimandare un intervento completo di ripristino della lunga arteria: scarifica e bitumazione dell’intera via Artiglieria per non avere sulla coscienza incidenti ancor più gravi”.

Il consigliere conclude “La giustificazione non può più essere quella delle scarse risorse economiche. Si utilizzino allora i Fondi Ecopass, per contribuire ad una maggiore sicurezza di una delle strade più pericolose della città e che purtroppo negli anni scorsi è stata già teatro di incidenti anche mortali”.