Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

26 ottobre 17.40 Anniversario Spampinato, Alfano:” Ha pagato con la propria vita le denunce del potere eversivo”

 “Spampinato appartiene a quella categoria di caduti di mafia troppo spesso messa in ombra: i giornalisti, uomini che hanno pagato con la vita il proprio coraggio nel denunciare nero su bianco il potere eversivo”.

Con queste parole Sonia Alfano, europarlamentare, responsabile nazionale del dipartimento antimafia di Italia dei Valori e Presidente dell’Associazione Nazionale Familiari Vittime di Mafia, ricorda il trentanovesimo anniversario dell’uccisione del giornalista Giovanni Spampinato.
“Mentre ricordiamo l’anniversario della morte di un gi ornalista serio come Spampinato – sottolinea l’europarlamentare – continuiamo a patire una forma di progressivo decadimento dell’informazione nel nostro paese. Ieri al Parlamento europeo è stato approvato il mio rapporto per il contrasto alla criminalità organizzata nell’Ue, ma sono stati pochissimi i giornali che oggi ne hanno scritto. Eppure – spiega Alfano – si è trattato di un momento fondamentale nella storia della lotta alle mafie: per la prima volta in un documento ufficiale delle istituzioni europee, peraltro approvato con larghissima maggioranza, si fa esplicito riferimento alla mafia. Probabilmente – aggiunge – uno come Spampinato avrebbe suggerito di pubblicare la notizia in prima pagina”. 
“Oggi i pochi giornalisti che si occupano di inchieste e che hanno il coraggio di opporsi al potere sono censurati o minacciati. Il livello della libertà di stampa in Italia si è notevolmente abbassato e dal Parlamento europeo, anche per mezzo del rapporto approvato ieri – ha concluso Sonia Alfano – stiamo cercando di opporci a questo declino anche per restituire dignità a tutti i giornalisti uccisi dalla mafia e per onorarne la memoria”.