Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

26 novembre 12.38 Milazzo, diritti negati. La nota dell’Arcigay

Il consigliere Rosaria De Luca, unica donna presente in consiglio comunale, tra i firmatari della bocciatura del registro delle unioni di fatto da parte del consiglio comunale. che , per l’effetto avuto nell’opinione pubblica , tanto da definirla una pagina nera nella storia del consiglio Comunale di Milazzo perdendo così la possibilità di scrivere un nuovo capitolo di convivenza civile e di Diritto»
A dire il vero la nostra Consigliere Comunale divide con altri colleghi questo negativo primato maturato nella riunione dello scorso 9 novembre, che ha visto fallire il progetto maturato in Giunta nell’ottobre scorso.
I Contrari: Doddo, Napoli Santo, Mellina, Alesci, Maisano, De Luca, Messina, Abramo, Materia, Andaloro, I…taliano, Di Bella, Marano, Bagli
Astenuti: Saraò Santi Favorevoli: Scicolone, Gitto, Saraò Nuccio, Napoli Antonio, Russo

Oggi la rappresentante dei cittadini elettori di Milazzo si fa paladina dei diritti: Contro le violenza e dei pregiudizi sulle donne
Ha presentato una mozione al sindaco per chiedere che in occasione della giornata mondiale

per l’eliminazione della violenza sulle donne che ricorre il prossimo 25 novembre, ci si adoperi per attivare un numero verde “Antiviolenza donna” e promuovere iniziative ed azioni volte al contrasto della violenza contro le donne”.
Il tema di quest’anno si concentrerà sul legame tra povertà e violenza “legame purtroppo molto forte e che riguarda tante donne che vivono in povertà e che vedono per questo violati i loro diritti con la sottomissione e con l’esposizione pure a violenze sessuali (sopratutto all’interno delle pareti domestiche), che sono impedite nell’accesso all’istruzione ed è anche spesso la mancanza di istruzione, e quindi la dipendenza economica, che impedisce loro libertà di scelta, la possibilità di prendere parte alla vita sociale e quindi di potere realizzare i loro diritti umani”.
Nel frattempo la stessa De Luca ha regalato un fiocco bianco a tutti i colleghi consiglieri da portare come simbolo d’impegno personale a non commettere mai, a non giustificare, o a rimanere in silenzio, in presenza di atti di violenza commessi sulle donne.