Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

26 maggio 16.12 Forum Sanità, la Sicilia al centro dei progetti euromediterranei

 Il direttore generale dei rapporti internazionali del Ministero della Salute, Giuseppe Ruocco, ha presentato i progetti euromediterranei e il ruolo che la Regione siciliana avra’ nel loro sviluppo. Si tratta di programmi per l’attivazione di un registro dei tumori, lo sviluppo degli screening per le grandi patologie tumorali e la diagnosi precoce delle stesse, le patologie cardiovascolari e tutte le patologie da carenza, derivanti da incongrua alimentazione ivi comprese le patologie celiache. La Sicilia, insomma, diventa per la prima volta il reale e naturale tramite delle politiche nazionali e dell’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanita’) verso i Paesi che si affacciano sul bacino del Mediterraneo.

Il convegno, dal titolo ‘Progetti euromediterranei e ruolo della Sicilia’, inserito nell’ambito della giornata conclusiva del Forum del Mediterraneo di Palermo, ha visto il rilevante contributo dell’OMS attraverso la partecipazione di Andreas Ullrich (OMS Ginevra) e di Santino Severoni (OMS Copenaghen). Il dibattito e’ stato arricchito dai contributi di Marialuisa Lavitrano, consulente per gli Affari internazionali del Ministero e di Pasqualino Rossi, dirigente del Ministero per i rapporti con l’UE.

Hanno partecipato al dibattito anche autorevoli esponenti dei Ministeri della Salute di Algeria, Tunisia, Egitto e Francia che hanno sottolineato l’importante ruolo della Sicilia nell’ambito della sanita’ del Mediterraneo.

Molto apprezzata anche la relazione di Mohammed Bekkat Bercani, presidente dell’Ordine dei medici Algerino, che nella sessione dedicata alle malattie dei migranti nel bacino del Mediterraneo ha presentato una relazione sulla tubercolosi nell’area del Maghreb in rappresentanza del Conem, l’organizzazione che raggruppa gli Ordini dei medici dei Paesi del Mediterraneo. Era presente anche Salvatore Amato, presidente dell’Ordine dei Medici della Sicilia.