Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

26 gennaio 16.10 Dimissioni Pinella Aliberti, nota dell’ex assessore

L’assessore alle politiche sociali, Pinella Aliberti, ha rassegnato stamani le dimissioni con una lettera inviata al sindaco, on. Giuseppe Buzzanca, nella quale, facendo riferimento alle notizie stampa degli ultimi giorni, ha precisato che “è noto a tutti che, sin dall’insediamento della Giunta Buzzanca, la situazione riguardante il Dipartimento Politiche Sociali del Comune, non era delle più rosee e delle più trasparenti, ed abbiamo lavorato tutti in sinergia per potere, oggi, finalmente giungere ad una delle tappe più importanti di questa Amministrazione, ovvero, la pubblicazione di otto bandi di gara che mettono fine ad annosi problemi ed a polemiche infinite. E di questo va dato – ha scritto l’assessore Aliberti – riconoscimento anche al sindaco, on. Buzzanca, che ha consentito di definire i parametri di bilancio di questo delicato settore. In riferimento ai sostegni economici ad associazioni esistenti sul territorio, preciso che non

ho mai ricevuto pressioni di alcun genere o sollecitazioni di sorta. Allorquando i progetti sono stati presentati al Dipartimento, si è proceduto alla disamina dei contenuti ed essendo gli stessi rispettosi delle finalità delle politiche sociali (disabilità, dipendenze, anziani, minori, etc…), si è dato parere favorevole al sostegno, escludendo quelli che non erano, comunque, riconducibili ai temi sociali. Si prende però atto – ha concluso Pinella Aliberti – che si sono prospettati dubbi, incertezze e sospetti e, considerato che sin dal mio insediamento, ho lavorato con decisione, forza ma soprattutto con serietà, alla luce di quanto sopra, rassegno le dimissioni affinché si chiarisca, definitivamente, la vicenda. Confido comunque, sulla valutazione dell’operato complessivo sino ad oggi svolto, che il sindaco sicuramente farà onde evitare che questa vicenda venga usata o strumentalizzata rispetto ad una azione di discontinuità che anche l’assessorato alle politiche sociali, unitamente all’Amministrazione comunale, ha contribuito a portare avanti”.