Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

26 aprile 09.19 Stamane presentazione del libro “Centocinquanta anni di navi passeggeri a Messina”

Centocinquanta anni di navi passeggeri a Messina è il titolo del libro dedicato alle navi che dal 1861 sono approdate alle banchine del porto di Messina e che nell’ambito delle tradizionali monografie di Città & Territorio il giornalista Attilio Borda Bossana ha curato con i contributi del collezionista Giovanni Peditto.

Il volume sarà presentato alla stampa stamane alle 10.30 nella sala Falcone Borsellino di Palazzo Zanca, nel corso di un incontro con i giornalisti.

Il libro di 446 pagine stampato per i tipi della Grafo Editor, evidenzia il ruolo del porto di Messina, attraverso le navi che vi hanno fatto scalo dal 1861 ad oggi.

Da quelle a vela, ai piroscafi a vapore, alle navi mercantili impegnate nell’opera di soccorso ai superstiti del 1908, alla navi che fronteggiarono le ondate di emigrazione negli anni Trenta e Quaranta e poi i flussi degli anni Cinquanta che concentrarono sulle banchine tanti siciliani e calabresi diretti, carichi di speranza nelle Americhe e in Australia.

Il volume mette in luce ancora storie particolari di navi che hanno avuto un legame diretto con la città di Messina. Spaccati di storia, destinati a confrontarsi con i croceristi dei grattacieli sulle onde che oggi si ormeggiano a Messina, ormai parte integrante dello skyline della città.

Dopo un passato importante di “città-porto”, con la Palazzata e le banchine su cui le navi sbarcavano mercanzie provenienti da Occidente ed Oriente, Messina è divenuta infatti, prima di essere nodo di transito intermodale tra nord e sud e quindi baricentro di traffici mediterranei, terminale dei flussi migratori per le Americhe o l’Oceania.

Un processo che si è esaurito negli anni settanta e si rigenera in questi anni, con i nuovi approdi delle navi da crociera. Un porto naturale come quello di Messina, con una superficie di servizi di circa 820.000 mq. ed aree a terra, per circa 50 ettari, che è uno tra i più grandi del Mediterraneo ed ha la caratteristica di essere al centro della città.

Quest’anno saranno 210 le navi che vi faranno scalo per un totale previsto di 500 mila passeggeri e 154 gli approdi già confermati per il 2014.