Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

25 marzo 18.08 Triscele, giovedì prossimo incontro presso l’Ufficio del Lavoro

La vertenza Triscele, come richiesto dalla Flai con l’obiettivo di individuare un Tavolo di mediazione, si trasferisce all’Ufficio provinciale del lavoro dove il direttore De Francesco ha convocato Cgil e azienda per giovedì prossimo, 31 marzo, alle ore 11.00. “Confidiamo che questo incontro possa essere un momento positivo di confronto tra le parti affinché si possano individuare le opportune soluzioni per superare l’odierna delicata situazione di crisi -dichiara Giovanni Mastroeni, segretario generale della Flai Messina.

Rispetto alle difficoltà che la Triscele sta vivendo, così come affermato dallo stesso amministratore della società Francesco Faranda nella nota diffusa ieri a mezzo stampa, la Flai Cgil e i lavoratori condividono l’analisi e le preoccupazioni ma esprimono forte la loro contrarietà circa la scelta di fermare definitivamente la produzione locale come unica soluzione percorribile. “Una scelta che blocca un prodotto, la Birra del Sole e la Patruni e Sutta, che finalmente si stava affermando nel mercato locale come dimostrano le numerosissime attestazioni di solidarietà e sostegno all’azienda e ai lavoratori da parte dei cittadini che sono già giunte in queste poche ore dall’annuncio della crisi. Scelta, quella di bloccare definitivamente la produzione, che comporta come conseguenza immediata la perdita di 42 posti di lavoro e quella di un patrimonio produttivo storico e d’immagine della città”, prosegue Mastroeni che rispetto alla fase di difficoltà dell’azienda e più in generale dell’economia cittadina rivolge al sindaco Buzzanca un invito esplicito: la nostra città sta attraversando un periodo di crisi inarrestabile che meriterebbe un impegno maggiore in termini di contrasto da parte delle istituzioni locali. Pertanto invito in particolare il sindaco Buzzanca ad intervenire, nell’ambito delle proprie competenze, con sollecitudine e senso di responsabilità contribuendo a bloccare le tante crisi che caratterizzano il territorio di Messina affinché si possa chiudere questa drammatica fase e costruirne una fatta di crescita e sviluppo”.