Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

25 gennaio 15.37 Indicazioni per contratto di servizio circa i rapporti tra Comune e Amam

Predisporre un “contratto di servizio”, che regoli i rapporti tra Comune ed Amam per la gestione del servizio di Acquedotto, tenuto conto che l’Amam dovrà provvedere a coprire i costi del sevizio integrato cosi come previsto dalla legge. E’ questo l’atto di indirizzo che il Commissione Straordinario, Luigi Croce, ha dato, con provvedimento deliberativo, al dirigente del Dipartimento rapporti con le Aziende e Società Partecipate. L’Amam dovrà corrispondere al Comune di Messina un corrispettivo annuo, determinato applicando, al valore dei

beni di proprietà del Comune e ceduti in comodato o locazione o leasing operativo, il coefficiente previsto per le singole categorie di beni dalla tabella degli ammortamenti fiscali per le aziende di distribuzione di acqua potabile e non potabile (Specie III-Gruppo 17), aumentati del 300 per cento. Il provvedimento prevede anche l’obbligatorietà per legge, del pareggio di bilancio sulla base del piano industriale che l’Amam dovrà predisporre e di qualsiasi altra spesa necessaria all’attività gestionale compresa, altresì, la manutenzione ordinaria e straordinaria sugli impianti.